Varese

Lo storico Franco Giannantoni racconta il 25 aprile del ’45 a Varese

Lo storico Franco Giannantoni

Lo storico Franco Giannantoni

Emme Effe Editore di Marco Belli, Varese e Carlo Scardeoni informano che venerdì 13 settembre 2013 alle ore 11 presso “Twiggy” in via De Cristoforis 5 (ex Circolino di Biumo) verrà presentato l’ultimo libro dello storico varesino Franco Giannantoni, dal titolo presenterà il suo nuovo libro “I giorni della speranza e del castigo”-“Varese 25 aprile 1945” (pagine 663, euro 30).

Si tratta di una complessa ricerca storiografica che completa il ciclo di studi dell’autore sul fascismo repubblicano e sulla Resistenza a Varese e provincia iniziato nel 1984 con “Fascismo, guerra e società nella Rsi. Varese 1943-1945”, prefazione di Luigi Zanzi, edito da Franco Angeli, riproposto dall’Anpi Varese nel 1999, tema ulteriormente sviluppato nel 2001 con i due volumi editi da Arterigere, Varese “La notte di Salò 1943-45. L’occupazione nazifascista di Varese dai documenti delle camicie nere”.

In questo libro, sulla base di un’inedita documentazione e di un importante apparato fotografico, viene affrontato ed analizzato in modo organico il tema del “25 aprile”, dalla resa nazifascista, all’insurrezione, alle quindici fucilazioni decretate dal Cln e dal Cvl riuniti nel Tribunale del Popolo, al paventato progetto di occupazione americana della città nel timore di un progetto comunista, alle centinaia di processi presso la Corte d’Assise Straordinaria e Sezione Speciale fra il 1945 e il 1947 nei confronti dei collaborazionisti e dei criminali fascisti, agli eccidi indiscriminati di sedicenti bande partigiane fuori dal controllo della legalità del Cln e delle forze Alleate, alla mancata epurazione e alla fallita attività istruttoria della Commissione Illeciti Arricchimenti del regime, alla amnistia Togliatti” del 22 giugno 1946 in vista di una “pacificazione nazionale” che, applicata in modo estensivo per non dire generoso dalla Suprema Corte di Cassazione, spalancò le porte alla gran parte dei condannati, compresi quelli colpiti da sentenza capitale.

Un libro da cui emerge in modo limpido lo spaccato di una nuova Italia, fragile nella sua struttura politico-democratica, con gli apparati dello Stato in gran parte costituiti da quadri dirigenti fascisti (prefetti, questori, magistrati, ecc.) destinata a pagare nel tempo, fra cedimenti, compromissioni e il ritorno di ventate fascistoidi, un altissimo prezzo a fronte del sacrificio di migliaia di uomini e donne che si erano battuti per la libertà e la democrazia.

6 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Lo storico Franco Giannantoni racconta il 25 aprile del ’45 a Varese

  1. gianni morandi il 13 settembre 2013, ore 10:47

    un grande libro che parla della resistenza varesine e comasca

Rispondi