Varese

Masters di Canottaggio, Official Dinner a chilometro zero per Villa Recalcati

Paola Della Chiesa con l'assessore Rossi e il testimonial Luini

Paola Della Chiesa con l’assessore Rossi e il testimonial Luini

Una serata a Villa Recalcati per dare il benvenuto ad organizzatori e sportivi del Mondiale Masters di Canottaggio che oggi entra nel vivo, con le prime gare, alla Schiranna di Varese. Una cena ufficiale per un centinaio di invitati e un menù severamente ancorato ai prodotti del territorio: davvero a chilometro zero.

A salutare i presenti, nei giardini di Villa Recalcati, presente l’assessore regionale allo Sport, Antonio Rossi, è il commissario provinciale Dario Galli, il “padrone di casa” di questo evento. ”Il campo gara è uno dei più belli del mondo – dice Galli – e speriamo che questi Mondiali Masters possano avere il medesimo successo degli Europei dello scorso anno”. Una scelta, quella di puntare sul Canottaggio, “perchè è uno degli sport di maggiore tradizione del nostro territorio”. Le fa eco una elegantissima Thone Pale, delegata della Federazione Internazionale di Canottaggio, che rimarca come “nonostante la crisi economica e i diversi problemi in Europa, siamo riusciti ad organizzare un grande evento con migliaia di vogatori da tutto il mondo”. Accanto a Galli e alla Pale, è presente anche Paola Della Chiesa, impegnata ormai da mesi nell’organizzazione della macchina complessa che fa girare tutta la manifestazione sportiva, sia pure con la collaborazione delle realtà locali del canottaggio, da Luino a Varese, e con i tanti sponsor che hanno creduto nella iniziativa.

Dopo i discorsi ufficiali, gli ospiti si sono accomodati ai vari tavoli allestiti nell’atrio di Villa Recalcati. Al tavolo delle autorità, insieme a Galli e all’assessore Rossi, anche il leghista Giorgetti, il prefetto Zanzi, il vicesindaco Baroni, oltre ai rappresentanti della Federazione Internazionale di Canottaggio. Nella breve cena allestita da Venanzio sono stati serviti ai tavoli piatti rigorosamente legati a prodotti locali: dall’involtino di melanzane con caprino, ai riso alla milanese, alle pesche di Monate. E per finire – of course – un’ottima grappa Rossi D’Angera.  Ma poi alle undici, tutti negli alberghi: le gare sportive attendono.

FOTO

5 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi