Varese

Varese, in San Vittore un’ora di preghiera per la pace in Siria

La Basilica di San Vittore

La Basilica di San Vittore

Sabato 7 settembre, alle 21, nella basilica di San Vittore a Varese, il prevosto, monsignor Gilberto Donnini, guiderà la preghiera per la pace in Siria.

In comunione con tutta la Chiesa cattolica, la città è invitata prendere parte alla preghiera di un’ora nata dall’appello di Papa Francesco. Momenti di rinuncia e riflessione si terranno in tutta la Diocesi come rimarcato dall’arcivescovo di Milano, il Cardinale Angelo Scola, in spirito di penitenza, per invocare da Dio il dono della pace per la Siria e per tutte le situazioni di conflitto e di violenza nel mondo.

Le messe del mattino in San Vittore a Varese saranno celebrate chiedendo la speciale intercessione a Maria Vergine, Regina della Pace; inoltre dopo la messa vigiliare delle 18 la chiesa non chiuderà, ma rimarrà aperta per la preghiera personale e silenziosa fino a mezzanotte.

L’iniziativa – accompagnata alla proposta del digiuno – accoglie e rilancia l’appello che Papa Bergoglio ha rivolto durante l’Angelus di domenica 1 settembre e all’udienza generale di questa mattina: «Sabato prossimo vivremo insieme una speciale giornata di digiuno e di preghiera per la pace in Siria, in Medio Oriente, e nel mondo intero. Anche per la pace nei nostri cuori, perché la pace incomincia nel cuore! Rinnovo l’invito a tutta la Chiesa a vivere intensamente questo giorno, e, sin d’ora, esprimo riconoscenza agli altri fratelli cristiani, ai fratelli delle altre religioni e agli uomini e donne di buona volontà che vorranno unirsi, nei luoghi e nei modi loro propri, a questo momento. Esorto in particolare i fedeli romani e i pellegrini a partecipare alla veglia di preghiera, qui, in Piazza San Pietro alle ore 19.00, per invocare dal Signore il grande dono della pace. Si alzi forte in tutta la terra il grido della pace!».

 

 

4 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi