Varese

Stagione musicale del Comune da spending review. Ma con grandi nomi

Da destra Sartorelli, Fontana e Longhini a Palazzo Estense

Da destra Sartorelli, Fontana e Longhini a Palazzo Estense

Presentata ieri a Palazzo Estense la 15a edizione della Stagione Musicale Comunale 2013-14 alla presenza del sindaco Attilio Fontana, dell’assessore alla Cultura Simone Longhini e del direttore artistico della rassegna, il maestro Fabio Sartorelli. La nuova stagione si articola in dieci appuntamenti di grande spessore e varietà, tutti al Salone Estense, con la sola eccezione del penultimo concerto alla Basilica di San Vittore. Tutti gli appuntamenti iniziano alle ore 20.30. Una stagione che, come ha ricordato l’assessore Longhini, ha visto quest’anno una riduzione dell’impegno di spesa del Comune di Varese, che dagli 80 mila euro dello scorso anno è sceso ai 30 mila di quest’anno.

Il concerto d’apertura, fuori abbonamento, previsto per il 14 settembre, vedrà impegnata la grande pianista canadese Angela Hewitt che eseguirà un programma incentrato su alcuni degli autori a lei più cari: Bach, Beethoven e Schubert. Il concerto rientra nell’ambito delle iniziative di Varese Alzheimer Onlus. Come ha sottolineato il professor Aldo Bono, presidente di Varese Alzheimer, l’intero ricavato della serata sarà perciò devoluto a questa associazione, grazie anche alla straordinaria generosità della pianista.

Con un omaggio a Giuseppe Verdi nel bicentenario della nascita avrà inizio la stagione dei concerti in abbonamento. Saranno i Virtuosi del Teatro alla Scala, nostri ospiti domenica 20 ottobre, a sorprenderci con una spettacolare esecuzione per orchestra da camera (15 strumenti ad arco) del Quartetto di Verdi, e una brillante Fantasia per clarinetto e orchestra, solista Fabrizio Meloni, su temi di Traviata e Rigoletto.

Domenica 10 novembre sarà invece la volta del Fauré Quartett, un meraviglioso quartetto con pianoforte, una formazione assente da molti anni dai nostri cartelloni. In programma Mahler, Fauré e Brahms, ossia gli autori che hanno reso celebre il Fauré Quartett, da 20 anni sulle scene internazionali, per un concerto in ricordo del grande filologo Dante Isella, a 91 anni dalla sua nascita.

Il pianista Denis Kozhukhin, già nostro graditissimo ospite lo scorso anno in un memorabile concerto da camera col violinista Kavakos e il violoncellista Demenga, sarà con noi domenica 24 novembre, per una serata di alta caratura virtuosistica comprendente, oltre alla nona Sonata di Prokof’ev, anche una scelta degli Studi Trascendentali di Liszt.

Fra le grandi star internazionali ecco il pianista polacco Piotr Anderszewski, grande interprete di Bach e di Schumann. Fra un concerto alla Konzerthaus di Vienna, un altro Carnegie Hall di New York, siamo lieti che il grande musicista abbia ritagliato uno spazio anche per il nostro piccolo, ma ormai affermato palcoscenico del Salone Estense. Lo ascolteremo all’inizio del 2014, il prossimo 19 gennaio.

Da un virtuoso all’altro. Dopo Anderszewski ecco il violinista Ray Chen, giovanissima star dell’archetto. Con Chen, affiancato dal bravissimo pianista francese Julien Quentin, domenica 2 febbraio ascolteremo due capolavori del classicismo viennese di Mozart e Beethoven, nonché una scelta di pagine virtuosistiche e appassionate, tratte dal catalogo compositivo di Sarasate.

Fra le novità di questa Stagione si deve segnalare anche un anomalo quartetto di saxofoni: il tedesco Signum Saxophone Quartet, nostro ospite domenica 16 febbraio. Grazie alla maestria, alla disciplina e alla fantasia di questo gruppo, non solo ascolteremo alcuni capolavori per quartetto d’archi o per pianoforte adattati per questa inedita formazione, ma avremo modo di ascoltare anche il Quartetto di Glazunov, un brano scritto originariamente proprio per quattro sax e perciò rarissimamente eseguito nei circuiti tradizionali della musica classica.

Avremo poi due graditissimi ritorni: quello di Sol Gabetta, affiancata dal pianista Igor Levit, primo premio al concorso Rubinstein di Tel Aviv, sabato 1 marzo, e il Collegium Vocale Gent, accanto all’Orchestre des Champs-Elysées diretti dal grande Philippe Herreweghe, per il tradizione concerto alla Basilica di San Vittore previsto per mercoledì 19 marzo. Sol Gabetta, nostra memorabile ospite nel 2011, torna con un programma tutto tedesco, che trova il suo fulcro in Beethoven e Brahms. Philippe Herreweghe, invece, dopo averci estasiato lo scorso anno con le Stagioni, concude con il capolavoro della Creazione, l’esecuzione degli oratori del compositore austriaco Franz Joseph Haydn. I due concerti saranno rispettivamente in memoria di Lino Conti, indimenticabile fondatore e direttore del Coro Sette Laghi, e di Luigi Orrigoni, grande imprenditore e mecenate, amico storico della Stagione Musicale.

Chiusura inedita e in grande stile: domenica 23 marzo, con un inedito ritorno al Salone Estense, ascolteremo un concerto tutto bachiano in ricordo dello studioso Luigi Ambrosoli. Protagonisti Ottavio Dantone e Viktoria Mullova, che assieme ad Accademia Bizantina costituiscono il meglio dell’interpretazione di Bach oggi.

Come ricordato all’inizio, tutti i concerti, ad eccezione del penultimo previsto nella Basilica di San Vittore, si terranno presso il Salone Estense con inizio alle 20.30. I prezzi dei biglietti sono identici a quelli dello scorso anno (€ 20,00 il costo del biglietto e € 115,00 quello dell’abbonamento) e resta confermato anche il biglietto per i nuclei familiari di almeno 4 persone, il cui costo sarà di € 12,00 cadauno. I giovani fino a 26 anni potranno acquistare un abbonamento agevolato per tutta la Stagione (€ 80,00).

3 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi