Regione

Regione, il Pdl Mantovani ribadisce la sua opzione per il Pirellone

Il vicepresidente Mantovani

Il vicepresidente Mantovani

La Giunta per le elezioni del Consiglio regionale ha incontrato questa mattina il consigliere e vicepresidente della Giunta, Mario Mantovani (nella foto), in merito alla incompatibilità con il ruolo di sindaco di Arconate (Mi). Come da regolamento ufficiale, l’incontro si è tenuto a porte chiuse.

“La Giunta – ha spiegato il Presidente Roberto Bruni (Patto Civico) – ha ritenuto che non ci sia margine per un intervento formale in considerazione del fatto che Mantovani ha ribadito la propria opzione per la carica di consigliere regionale. I lavori della Giunta si sono chiusi qui con la decisione però di segnalare l’esito della riunione odierna al Prefetto, che incontreremo martedì prossimo alle 11,30. Per la Regione il caso è chiuso, ora tocca al Consiglio comunale di Arconate”.

Il Presidente Bruni ha poi riferito i punti salienti della relazione di Mantovani: il fatto di non esercitare sostanzialmente il ruolo di sindaco dal 4 luglio, l’opzione come consigliere regionale e l’invio in data odierna di una lettera di invito al suo Consiglio comunale per auspicare il rispetto della legge nazionale.

“Ho più volte dichiarato di condividere la vostra battaglia a difesa del voto popolare degli Arconatesi, ma nel contempo ho dovuto già dal 4 luglio scorso, nel rispetto delle leggi vigenti, esprimere la mia opzione per il ruolo di  consigliere regionale e vice Presidente di Regione Lombardia”. Così l’assessore alla Salute di Regione Lombardia, Mario Mantovani, ha scritto nella lettera inviata stamane a tutti i consiglieri di maggioranza del Comune di Arconate del quale è stato Sindaco sino al 3 luglio scorso. “Confidando nella vostra comprensione, vi chiedo pertanto di prendere atto, quanto prima, nella opportuna sede istituzionale, della mia opzione per Regione Lombardia nella consapevolezza che insieme faremo ancora molto per la nostra Comunità.”Copia della lettera, che l’ex sindaco di Arconate ha inviato ai consiglieri di maggioranza del piccolo Comune della provincia di Milano, è stata consegnata anche alla Giunta per le elezioni del Consiglio Regionale che si è riunita stamane.

La seduta della commissione è stata finalizzata all’acquisizione di ulteriore documentazione e di informazioni per definire l’iter sull’incompatibilità tra la carica di primo cittadino e quella di consigliere di Lombardia. Il presidente della Giunta per le elezioni, a fine seduta, ha detto ai giornalisti “Il caso è chiuso”.

3 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi