Varese

Festival dei Talenti, ai Giardini le finali per promesse ed emergenti

Organizzatori, artisti e sponsor del festival

Organizzatori, artisti e sponsor del festival

Tre serate dedicate al Festival dei Talenti, la manifestazione di cui sono state presentate oggi, presso la sede varesina di Confcommercio, le finali in programma ai Giardini Estensi di Varese giovedì 5, venerdì 6 e sabato 7 settembre, sempre alle ore 21. Una kermesse che riparte dalla prima edizione dopo che, lo scorso anno, si chiamava Varese dei Talenti, aveva avuto un certo successo, aveva presentato il rush finale alla Fiera di Varese presso la Schiranna. Ma l’iniziativa ha voluto ripartire da zero, con un nome nuovo e un nuovo programma, certo più ambizioso di quello precedente. Al vertice c’è sempre lui, dinamico e instancabile come sempre, Leandro Ungaro, affiancato dal direttore artistico Lara Bartoli e dai tanti amici artisti e tanti sponsor che condividono con Ungaro la voglia di scoprire e lanciare nuovi talenti nei vari ambiti artistici. “E’ stato un grande lavoro d’équipe”, ha detto Ungaro, che ha aggiunto che ha cercato di coinvolgere tutti, operatori culturali compresi, presenti nella giuria di quest’anno.

Sono stati svelati gli ultimi dettagli delle finali. Come ha sottolineato la Bartoli, “nelle due serate di finali del festival saliranno sul palco diversi artisti: alcuni sono degli emergenti, altri dei dilettanti, altri ancora che si sono già incamminati sulla via del professionismo”. Ma prima delle serate di finali il 6 e il 7 settembre, è in programma una serata di apertura, con alcuni artisti con esperienza e, in alcuni casi, una certa fama. La prima serata vedrà, tra gli altri, Dorotea Mele e Giusy Consoli, Luca Guenna e il vincitore della manifestazione dell’anno scorso, Luca Stricagnoli. Per le altre due serate, invece, si assisterà ad arti diverse che saranno protagoniste: il 6 settembre è la volta di recitazione, musica e arti varie, mentre per l’ultima serata è il momento del canto.

Merita un occhio d’attenzione la giuria che dovrà esprimere un giudizio sui finalisti, una giuria composta da fotografi come Alberto Lavit, registi come Andrea Chiodi, musicisti come Fausto Caravati, scrittori come Paolo Franchini, architetti come Raffaele Nurra. Nessuna traccia, invece, di giornalisti.

Il Festival dei Talenti però non si esaurisce con gli spettacoli dei Giardini. Come ha rimarcato ancora Ungaro, ma anche la Bartoli, il festival punta a creare una rete, a lanciare sinergie con altri eventi, altre manifestazioni, altre esperienze artistiche. E’ il caso della pellicola “Scherzi” di Alessandro Damiani e Paolo Franchini, che è coprodotta dal festival, e del musical “Testa fra le nuvole”, della bella e brava Daniela Crisafulli, di cui si svolgerà il casting il 28 settembre al Teatro Santuccio di Varese.

 

 

 

3 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Festival dei Talenti, ai Giardini le finali per promesse ed emergenti

  1. Varese Report, 03/09/13 | Paolo Franchini il 4 settembre 2013, ore 10:18

Rispondi