Cantello

Cantello, il Tar dà ragione a Nidoli. Comitato: ci rivolgeremo a Bruxelles

120207_provincia_cava_cantelloSulla complessa questione della Cava ex Coppa di Cantello, Nidoli vince. Antonio Nidoli, presidente della Italinerti, società che gestisce la cava ex Coppa di Cantello, ha vinto il ricorso al Tar che ha rigettato le delibere della Provincia di Varese e della Regione Lombardia, che avevano stralciato la Cava Coppa dai Piani Cave, condannandole anche al risarcimento dei danni.

Una vittoria che significa che ora si può riaprire il cantiere. In diversi dibattiti pubblici, Nidoli ha sempre negato con forza che i lavori di estrazione non causeranno danni alle falde acquifere e all’ambiente, considerazioni condivise dal Tribunale Regionale.

Non si è fatta attendere la reazione del Comitato Tre Scali che ha diffuso una nota sulla sentenza del Tar:  ”Le sentenze, come sempre, si rispettano. Ma allo stesso tempo si appellano fintanto che ciò sarà possibile: chiediamo con forza che Regione, Provincia e Comuni si facciano promotori dei ricorsi relativi e del supplemento di dati tecnici che il Tar ritiene utile”. “Abbiamo già chiesto un’audizione al Parlamento Europeo  - continua il Comitato – e comunicheremo la sentenza alla Commissione Europea”.

Insomma, pare che la battaglia sulla Cava di Cantello sia destinata a continuare ancora.

3 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi