Varese

“Festa della Resistenza”, Cgil Varese polemica con ricostruzioni “fantasiose”

Un momento della Festa con Susanna Camusso, intervenuta con decisione in favore della tutela dei diritti degli stranieri

Un momento della Festa con Susanna Camusso, intervenuta con decisione in favore della tutela dei diritti degli stranieri

Scende in campo la segreteria provinciale della Cgil di Varese per criticare una cronaca della giornata conclusiva ospitata da “un noto quotidiano locale” che, dice la Cgil, “offre una ricostruzione del tardo pomeriggio di ieri, alla Festa della Resistenza di Varese, che può essere solo definita, ad essere generosi, come “alquanto fantasiosa””.

Continua il comunicato della Cgil di Varese: “Riteniamo che le centinaia di persone effettivamente presenti al dibattito con Susanna Camusso e Mohamed Ba, attore senegalese ed attivista dei diritti civili, abbiano visto, come noi, una realtà ben diversa! E, dunque, non spintoni, gomitate, schiaffi ed urla, come si racconta nell’articolo, ma una semplice e ferma richiesta che gli organizzatori della festa hanno rivolto al gruppetto di “Assemblea no Elcon”: volantinare all’ingresso, senza disturbare un dibattito seguito, con grande partecipazione ed emozione, da più di cinquecento persone”.

Conclude la Cgil di Varese: “Questi sono i fatti, così come sono avvenuti e, in questo modo, sono stati raccontati da altri giornali locali, stampati e on-line. Questa è la realtà di ieri! Nella realtà di sempre vi è l’impegno del sindacato nel difendere il diritto alla salute e il diritto al lavoro, rifiutando che essi siano messi in contrapposizione da troppo facili strumentalizzazioni”.

2 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi