Varese

Varese, Camusso (Cgil): dobbiamo essere sempre di più un sindacato di strada

L'intervento di Susanna Camusso alla Festa dell'Anpi della provincia di Varese

L’intervento di Susanna Camusso alla Festa dell’Anpi della provincia di Varese

Atteso e apprezzato alla Festa della Resistenza, organizzata dall’Anpi provinciale di Varese, l’arrivo del leader della Cgil, Susanna Camusso. Il segretario generale è arrivato alla manifestazione che si è svolta nell’Area Feste alla Schiranna per partecipare ad un confronto insieme a Mohamed Ba, senegalese, attore e attivista dei diritti civili, su “Lavoro e Libertà nella Costituzione”, moderato dal giornalista Michele Sasso.

Ma prima di parlare davanti ad un folto pubblico presente sotto la tenda dei concerti, la Camusso ha girato tra gli stand delle associazioni presenti alla festa. Accompagnata da Angelo Zappoli, la Camusso ha incontrato e salutato i volontari che hanno collaborato alla kermesse dell’Anpi. Prima si è diretta alle cucine, poi ha fatto visita alla mostra e poi ha incontrato gli esponenti della Cgil di Varese, passando poi a salutare la rappresentante della Cisl di Varese. Non è mancato uno “scatto” con la senatrice D’Adda e la deputata Gadda, parlamentari del Pd (presenti alla festa., per il Pd, anche il deputato Marantelli, e i segretari provinciale e cittadino Taricco e Molinari). E’ quindi entrata nello spazio dove si stava svolgendo un confronto con la partecipazione dei partigiani e nella libreria della festa, dove Angelo Chiesa le ha donato una stampa di Ernesto Treccani. Infine si è diretta al tavolo del dibattito, dopo essersi fermata con i rappresentanti dei media locali.

Il segretario generale della Cgil ha ricordato come “dopo sei anni di crisi non si sono ancora viste risposte per creare lavoro e rilanciare la produzione industriale”. Lo stesso governo Letta, ha continuato la Camusso, “è rimasto prigioniero del dibattito elettorale, e non ha ancora mostrato quel cambio di passo per contrastare la crisi”. A questo punto resta la legge di stabilità come “ultima chance offerta al Paese”. Critica sull’operazione-Imu: “Non era certo la prima necessità sul tavolo ed è la dimostrazione di come non si possa avere una patrimoniale in questo Paese”. Non solo: “Non è stato certamente uno spettacolo dignitoso, da parte del governo, fare attendere mesi e mesi prima di dare una risposta ai lavoratori esodati”. Interessante la riflessione fatta, nel corso del dibattito, sul tema dei lavoratori precari: “se i lavoratori non vegono nelle sedi sindacali, tu devi andare da loro per incontrarli”. La Camusso ha auspicato un cambiamento del sindacato, che deve essere sempre più un “sindacato di strada”.

 

 

FOTO

1 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi