Varese

Varese, attenzione e applausi per la poesia di Katia Catalano

Katia Catalano. Alla sua destra Sara Pennacchio

Katia Catalano. Alla sua destra Sara Pennacchio

Versi, note, immagini e riflessioni per Katia Catalano, poetessa e scrittrice che ieri sera, nel giardino del Globe Café, ha presentato una selezione dei suoi versi, in parte tratti dal volume “Sensibilità ambivalente”, pubblicato da Pietro Macchione nel 2011, in parte inediti. Un’iniziativa che ha visto la partecipazione di un pubblico attento e numeroso, richiamato dalla sempre maggiore attenzione che sta ricevendo la Catalano da pubblico e critica.

Nell’incontro di ieri pomeriggio si è confermato che la cultura più dinamica e attiva a Varese viene proposta e diffusa da realtà private, che “corrono” rispetto ad una programmazione pubblica che non riesce a cogliere ciò che di nuovo e interessante si muove in città. E così, una serie di soggetti (dallo stesso Globe a Vincenzo Bifulco di Actl, fino a Foto Club Varese) hanno reso possibile l’incontro che ha visto la poetessa protagonista. Dopo una riflessione introduttiva sul cuore “orfico” dei versi della autrice varesina, proposta dal direttore di Varesereport, Andrea Giacometti, la Catalano ha letto alcune sue composizioni, a documentare una ricerca sulla parola che certamente riserverà anche in futuro esiti non scontati.

Il testimone è quindi passato al Trio Erato, prima con la lettura raffinata di Roberta Turconi, capace di sottolineare la densità delle parole della Catalano, e poi con alcuni brani eseguiti da Paolo Provasi, Silvio Pezza e dalla stessa Turconi alla voce. Versi di “sorelle” della Catalano, poetesse – come ha spiegato la brava Sara Pennacchio, direttore dell’associazione “Estro-Versi”, che ha condotto l’iniziativa – che condividono la sensibilità con il mondo della poetessa varesina, da Antonia Pozzi a Emily Dickinson.

Dunque, la lettura dei versi si è fatta ancora più corale: si sono alternati su un palco ideale alcuni amici poeti della Catalano, come Elena Danelli, Gaetano Blaiotta, Valentina Vannetti,  Guido Nicoli.

A concludere il racconto dell’opera della Catalano, festeggiata da molti amici tra i quali l’assessore allo Sport e ai Rioni, Maria Ida Piazza, la proiezione di un video dedicato alla poesia dell’autrice varesina realizzato da Renzo Carnio. Immagini e parole, bianco e nero alternato al colore, suggestive immagini di location tratte dal nostro bel territorio (dal Sacro Monte alla Badia di Ganna) hanno chiuso degnamente l’incontro, che ha confermato la presenza e la vocazione poetica di Katia Catalano, che certamente ha in serbo altre interessanti opere per il futuro.

FOTO

30 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi