Varese

Varese, nessuna via per il filosofo Giulio Preti. C’è già a Villa Toeplitz

imagesCANS1XYCPrima riunione della giunta comunale a Varese, questa mattina, dopo la pausa estiva. Presente anche il sindaco Attilio Fontana e con un ordine del giorno piuttosto ricco. Ma un piccolo “giallo” si è verificato per quanto riguarda il primo punto all’ordine del giorno.

Era infatti arrivata in Comune la richiesta di intitolare a Giulio Preti, filosofo italiano neo-empirista, la via che collega piazzale Bulferetti con via Monte Generoso. Una richiesta formulata dal filosofo Fabio Minazzi, docente all’Università dell’Insubria.

Ma dalla giunta è arrivato uno stop: nessuna nuova via dedicata a Preti, di cui la stessa Insubria custodisce una serie di documenti e con il suo nome, e quello di Carlo Cattaneo, ha dato vita ad un importante Centro studi internazionale. Gli uffici del Comune, infatti, avevano scoperto che allo stesso Preti era già stata intitolata, nell’ottobre del 2011, un’altra via a Varese: si tratta di un sentiero interno al Parco di Villa Toeplitz che dall’ingresso di largo Taborelli sale sulla sinistra, di fianco al bocciofilo, verso la villa. E dunque, nessuna possibilità di raddoppiare.

27 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi