Sport

Lago Maggiore, gare offshore: nessun inquinamento e sicurezza garantita

offshore-300x165Il Comitato organizzatore locale comunica i numeri e le previsioni dell’imminente festa che il lago Maggiore si appresta ad ospitare con le tappe di Stresa (30 agosto/1 settembre) e Arona (6/8 settebre) del 2013 UIM Skydive Dubai XCat World Series.

Le cifre sono quelle prima di tutto del ritorno economico: sono oltre 200 tra team e staff le persone che per dieci giorni almeno soggiorneranno sul lago, il che, insieme ad ospiti ed invitati fa si che il numero di notti complessivamente acquistate negli hotel del lago sia di oltre 2000.

A loro naturalmente si aggiunge il pubblico: alcuni soggiorneranno in loco e faranno quindi ulteriormente crescere il numero delle prenotazioni alberghiere, altri si sposteranno in giornata. 20 mila le persone previste tra tutti i giorni di gara per ciascuna tappa, secondo una stima decisamente cauta; se si moltiplica il valore della spesa media pro capite per il numero di spettatori previsti e’ facile comprendere come la ricaduta immediata sul territorio sara’ misurabile in centinaia di migliaia di euro. Tutto questo senza contare il valore dell’investimento fatto dagli organizzatori per la preparazione e la realizzazione dei due eventi.

Ma il reale booster economico e’ l’enorme impatto mediatico dell’evento nel mondo. Infatti e’ prevista la diretta in quattro lingue su quattro diversi canali di Dubai Sport, sponsor e media partner dell’evento. Oltre a ciò una tra le più quotate agenzie media inglesi, specializzata in eventi sportivi, distribuira’ uno speciale di 26 minuti, di cui tre dedicati interamente al territorio, a broadcaster satellitari con un enorme potenziale in termini di nuclei familiari raggiunti. Il dato dell’ultimo GP di Dubai ha generato un report certificato di oltre 235 milioni di famiglie raggiunte senza contare le trasmissioni multiple e le repliche. E’ prevista tra l’altro, grazie ad un accordo con la Federazione Motonautica Italiana, anche la trasmissione su Raisport. Di tutto questo, come sempre, verra’ trasmesso un report a 60 giorni dagli eventi. Lo stesso materiale sarà visibile dai passeggeri di Fly Emirates e delle compagnie collegate. Il valore di un’operazione mediatica di questo tipo si aggira intorno ai 2 milioni di dollari.

Precisazioni anche rispetto alle accuse di inquinamento delle acque del lago: il Comitato organizzatore locale ribadisce che gli XCAT sono imbarcazioni con motori ad alta efficienza che utilizzano la benzina verde delle auto, motori di serie ed in libera vendita che chiunque può acquistare da qualsiasi concessionario.

Ancora, nessun pericolo per il pubblico: questi natanti in caso di guasto si arrestano in pochissimo spazio, tutti coloro che vorranno godersi lo spettacolo quindi potranno farlo, dal lungolago di Stresa o meglio ancora dalle isole, in assoluta sicurezza.

“Si tratta di reali numeri e per scelta sono stime prudenziali – concludono dal Comitato organizzatore locale- . Il punto e’ : noi per il lago stiamo facendo questo, le polemiche e la politica non sono il nostro lavoro e se a qualcuno interessano dati seri e certificati in quanto ad aspetti tecnici quali schede tecniche, calcoli scientifici e quant’altro, non ha che da chiederli in questi termini. L’organizzazione e’ a dispo‎sizione di chiunque, in possesso di altrettanti dati, intenda confrontarsi serenamente e soprattutto su base scientifica. Si comprende come la critica tout court possa dare un qualche risultato in termini di personale visibilita’, senza dubbio alcuno pero’ affrontare seriamente la questione del millantato inquinamento passa per altre strade e metodi”.

 

25 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi