Regione

La Lombardia bocciata dalla Ue. Fuori dalle 100 regioni più competitive

pirelliUn brutto colpo per l’Italia e per quella che fu la “locomotiva d’Italia”, la Regione Lombardia. Insomma, fuori dal vertice dei luoghi a più alta competitività, con posizioni sempre più in basso in classifica. La Lombardia, che fino a tre anni fa tra le prime cento regioni europee, è uscita dalla classifica e si trova ora al 128esimo posto (dal poisto 100 nel 2011 al posto 128 nel 2012). Lo certifica la Commissione europea nell’indice del 2013. In testa alla Top 5 c’e’ Utrech, in Olanda, seguita dall’area di Londra, dal Berkshire – Buckinghamshire – Oxfordshire (Gran Bretagna), da Stoccolma, e dal Surrey (ancora in Gran Bretagna).

Le regioni del meridione d’Italia occupano tutte le ultime posizioni della classifica. La Sicilia e’ al 235esimo posto su 262. La Calabria e’ al 233esimo subito dietro alla Puglia e poco distante dalla Basilicata (227).

Una classifica realizzata guardando a istituzioni, stabilita’ macroeconomica, infrastrutture, sanità e istruzione di base. Nessuna delle regioni italiane è stata ‘promossa a pieni voti’ in almeno uno di questi capitoli.

Scorrendo l’elenco si trovano tutte nella parte bassa della lista. Sardegna (222), Campania (217) e Molise (201), hanno ottenuto risultati paragonabili a quelli raggiunti dalle zone piu’ depresse est europeo. Punteggi migliori, ma comunque preoccupanti, per le altre. Dopo la Lombardia, al 141esimo posto si trova l’Emilia Romagna, al 143esimo il Lazio, al 145 la Provincia autonoma di Trento, e poi ancora la Liguria (146), il Piemonte (152), il Friuli (157), il Veneto (158), La Toscana (160), l’Umbria (167), la Provincia autonoma di Bolzano (173), le Marche (177), la Valle d’Aosta (178) e l’Abruzzo (187).

24 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti a “La Lombardia bocciata dalla Ue. Fuori dalle 100 regioni più competitive

  1. antonia c il 24 agosto 2013, ore 20:10

    quindi la Regione Italiana con punteggo piu alto

  2. a.g. il 24 agosto 2013, ore 21:29

    Sì, ma con un vistoso calo nel giro di un anno….

  3. Sergio Ghiringhelli il 25 agosto 2013, ore 13:36

    Almeno prima di sparare sentenze imparate a leggere i dati!!!
    Sono state prese in considerazione le Regioni della Croazia che prima
    Erano escluse e la stessa Ue invita a non fare confronti con quanto elaborato
    In precedenza. E almeno riconoscete la svendita del paese da parte del governo Monti.
    Anche a fare sciacallaggio bisogna essere capaci…..in ogni caso la ns Regione e” ancora saldamente la migliore del Bel Paese…..grazie ai Lombardi, naturalmente , e nonostante
    Il peso di mille balzelli e pesi da portare, Grazie Lombardia!!!!!

  4. ombretta diaferia il 26 agosto 2013, ore 11:05

    da momento che la Lombardia risulta l’area più inquinata di tutta Europa, avrebbe potuto “compensare”… e invece gli amministratori ancora cercano di affossare chi lavora per il bene pubblico…
    problema italiano sempre condotto dalla regione più “sfruttata” d’Europa…

  5. Roy il 26 agosto 2013, ore 11:36

    è sempre colpa di qualcun altro: perché non provate a prendervela con le toghe rosse o con il complotto demoplutogiudaico? in fondo sono solo vent’anni che governate questa regione …

  6. Torniamo a fare gli schiavi nei campi di pomodori. Ma non ditelo a Letta | Parallelo 41 il 26 agosto 2013, ore 16:45

    [...] tanto che anche la Lombardia, unica zona del nostro paese a brillare in questa classifica, nel 2013 scivola al 128° posto. Non ditelo a Letta, però, proprio adesso che intravede la Terra Promessa e la ripresa. Purtroppo, [...]

  7. Torniamo a fare gli schiavi nei campi di pomodori. Ma non ditelo a Letta | Informare per Resistere il 26 agosto 2013, ore 17:28

    [...] che anche la Lombardia, unica zona del nostro paese a brillare in questa classifica, nel 2013 scivola al 128° posto. Non ditelo a Letta, però, proprio adesso che intravede la Terra Promessa e la ripresa. Purtroppo, [...]

Rispondi