Politica

Pontida, Umberto Bossi: tra il sindaco Tosi e Marina, io voterei per Marina

Umberto Bossi

Umberto Bossi

Non fa troppi giri di parole, l’ex leader del Carroccio, Umberto Bossi, una volta che mette piede alla festa della Lega di Pontida il giorno di ferragosto, circondato dai militanti bossiani. “Mi fa ridere”, risponde tagliando corto a chi gli domanda come vedrebbe Tosi, sindaco di Verona, candidato leader alle primarie del centrodestra. “Alle primarie del centrodestra, tra lui e Marina Berlusconi, io voterei Marina”, dice ancora Umberto Bossi.

Ma al Senatùr non basta, e affronta ancora il tema del segretario nazionale del Veneto. Dal pubblico, circa 400 militanti, si levano cori come “Fuori, fuori” rivolti al sindaco di Verona. Il fondatore del Carroccio chiarisce la sua posizione: “Io sono leghista e resto leghista. Anzi, voglio recuperare i vari partitini frutto di divisione perché la Lega deve stare unita”. E comunque, continua Bossi, “meglio la Lega dell’indipendenza”.

Il fondatore della Lega poi blocca i cori di quelli che insultano il ministro dell’Integrazione Kyenge (“Non sono d’accordo con gli insulti”). Ma resta alla festa per ribadire che lui resta nel partito. E nel partito vuole tornare a contare davvero.

16 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi