Locarno

66° Festival di Locarno, per Michael Caine l’amore fa bene alla vecchiaia

Michael Cane

Michael Caine

Una pellicola sorprendente, lieve e accattivante, quella che ha visto il grande Michael Caine protagonista. Il film “Mr Morgan’s Last Love”, diretto dalla tedesca Sandra Nettelbeck, ci conferma una vecchia verità: anche nell’autunno della vita è possibile conoscere l’amore, quello vero, e i sentimenti ri cambiano la vita, a qualsiasi età. Il tutto raccontato con il tono leggero che una storia d’amore con i capelli bianchi porta con sè.

Presenza cinematografica ineccepibile, quella della star americana, che veste i panni malinconici e un po’ sulla difensiva di un anziano americano colpito dalla perdita della moglie. Vive a Parigi e per lui, la sua esistenza, è diventata qualcosa di banale e ripetitivo. Ma l’anziano uomo incontra su un bus una giovane ragazza, ballerina, interpretata dall’ottima Clémence Poésy, la quale cambierà radicalmente la vita dell’uomo.

L’apatico Mr Morgan tornerà a palpitare, ritroverà entusiasmo e gioia di vivere, saprà riconoscere nella ragazza quegli stimoli necessari a scommettere ancora sul futuro. Nella scelta del film a Locarno non ci sono motivazioni profonde, voglia di polemica, attenzione al dibattito, ma soltanto la volontà di regalare una pellicola che, pur senza esibire i caratteri del capolavoro, risulta gradevole e ben fatto. E non è cosa da poco, di questi tempi.

 

16 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi