Saronno

Parravicini (Gioiellieri Confcommercio): fatti di Saronno chiedono più impegno per la sicurezza

auto-polizia-23112012La rapina di sabato 3 agosto presso la gioielleria “Il dono di Tiffany” a Saronno, che ha avuto il suo tragico epilogo con la brutale aggressione e l’ uccisione della titolare Mariangela Granomelli, ha provocato nell’opinione pubblica nazionale e locale, una reazione di sgomento e sentito cordoglio.

“Il Gruppo Orefici e Gioiellieri Confcommercio della Provincia di Varese – dichiara il presidente Marco Parravicini – è innanzitutto particolarmente vicino ai famigliari di questa ennesima vittima innocente. La vicenda ripropone in tutta la sua drammatica evidenza le precarietà generalizzate nelle quali, in una condizione economico-sociale convulsa e difficile, operano gli imprenditori di un settore particolarmente esposto”.

“La sicurezza delle nostre città, messa costantemente a dura prova da violenze di ogni genere – sottolinea il presidente –  sollecita un più tempestivo e puntuale intervento da parte delle Istituzioni e delle Forze dell’ Ordine, in materia di sicurezza dei cittadini. La nostra organizzazione sarà ancora maggiormente impegnata in tutti le direzioni, nel suo tradizionale spirito collaborativo, per ottenere soluzioni idonee e soprattutto concrete atte ad arginare intollerabili fenomeni delittuosi che mettono a repentaglio la vita delle nostre comunità”.

 

5 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi