Varese

Varese, l’assessore regionale Fava in visita alla Cooperativa Latte di Varese

Binelli e Fava

Un’azienda storica lombarda, attiva nel settore lattiero caseario, inserita in un contesto territoriale dove la connotazione agricola ha lasciato spazio negli anni ai segni di una forte antropizzazione. Con tutte le conseguenze in termini di difficoltà logistiche e di movimentazione delle merci. E che oggi deve fare i conti con la dimensione aziendale per poter continuare a guardare al futuro con più tranquillità.  Con 10 milioni di euro di fatturato, una quarantina di addetti complessivi, la Cooperativa Prealpina Latte di Varese è una delle aziende lombarde più longeve del comparto.

“Una sorta di realtà a metà tra la latteria cooperativa e le latterie pubbliche sul modello delle vecchie centrali del latte – ha esordito l’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava, incontrando oggi, nella sede varesina di via Uberti,
l’amministratore delegato dell’azienda Fabio Binelli, che è anche assessore leghista all’Urbanistica in Comune insieme ad alcuni soci della cooperativa -. Una piccola realtà, ma comunque modello di riferimento e figlia della propria storia
territoriale, che ha visto sparire o quasi le attività agricole. Resta un presidio assolutamente da tutelare, che mantiene una tradizione di cultura e qualità alimentare ma che soffre allo stesso tempo delle difficoltà dell’operare in un contesto così fortemente antropizzato. Regione Lombardia dovrà trovare modalità concrete per agevolare questo tipo di attività e per mantenere questo presidio di grande pregio e  per noi di grande interesse”.

“In una logica di sviluppo – ha detto Binelli – dobbiamo vedere se ancora abbiamo un ruolo per l’agricoltura del territorio, nell’ambito della programmazione regionale. La sede è uno dei problemi, ma non ha senso parlarne senza una logica complessiva di sviluppo dell’azienda”.

26 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi