Cardano al Campo

Cardano al Campo, ai funerali della sindaca Laura Prati la folla intona “Bella Ciao”

Si canta Bella Ciao

Caldo torrido a Cardano al Campo, la piccola località del Varesotto che dà l’addio alla sua sindaca, Laura Prati, vittima di un omicida mentre era seduta sulla poltrona di prima cittadina. La cappa di caldo è sospesa sul dolore dei famigliari, sulle condoglianze di autorità e cittadini comuni, sulle tante parole pronunciate, nel centro Paolo VI, dove è stata allestita la camera ardente, nell’ambito della commemorazione civile.

La continua sfilata di cittadini, nel corso della mattina, termina poco prima dell’inizio della commemorazione, che conduce Marco Zocchi, segretario provinciale Prc-FdS di Varese. Tanti prendono la parola davanti al marito, ai figli, alla madre della sindaca che oggi Cardano piange. C’è anche l’altra vittima dell’ex capo della polizia locale, il vicesindaco Iametti, assiste alla cerimonia in prima fila.

Parlano il deputato Pd Marantelli, il presidente del Consiglio comunale di Cardano Mazzucchelli, il vicesindaco Iametti, la senatrice Pd D’Adda, il presidente di Anci Lombardia Fontana, il coordinatore del Pd regionale Alfieri, il segretario provinciale Pd Taricco, Pierrea della Fiom Cgil, il ministro all’Ambiente Orlando, l’assessore cardanese alla Cultura Franzioni. Conclude la poetessa cardanese Piotti, che termina con le parole “Bella ciao”. E subito, come per una tacita intesa, la folla, sindaci e comuni cittadini, intona il canto partigiano, che subito si estende alla piazza, con i tanti cardanesi che cantano insieme ai sindaci.  Tra questi ultimi c’era anche il sindaco di Milano, Pisapia. Tra le autorità anche il presidente del Consiglio regionale Cattaneo, il prefetto Zanzi, il questore Gagliardi, il commissario della Provincia Galli.

FOTO

26 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi