Varese

Varese, ai privati la gestione del campo da tennis di Villa Mylius

Il Comune di Varese ha scelto di privatizzare la gestione del campo da tennis che si trova nel parco di Villa Torelli-Mylius ora “Achille Cattaneo”. Una scelta che ha già destato polemiche e contrarietà tra gli abituali frequentatori del parco comunale.

Si tratta di una concessione in comodato d’uso gratuito, con proposte di miglioramenti. E i requisiti minimi d’ammissione alla procedura determinati dall’Amministrazione Comunale sono la sostituzione di rete di metà campo gioco tennis e contestuale fornitura ed installazione di nuova rete da metà campo gioco tennis in nylon; la fornitura e la installazione della rete in nylon con due pali in alluminio o acciaio verniciati in color verde; la manutenzione ordinaria della pavimentazione da gioco mediante pulizia giornaliera da foglie, carte, polveri etc.

Tra le proposte di miglioramenti a discrezione del soggetto interessato alla gestione del campo da tennis la manutenzione straordinaria della superficie della pavimentazione sportiva, e fornitura e posa di seggiola rialzata per arbitro tennis; la sostituzione dell’esistente rete perimetrale plastificata a maglie romboidali (rete di altezza 100 cm per 48,80 ml – di altezza 400 cm per 60,80 ml) con nuova rete di pari superficie a maglie rettangolari; la fornitura e la posa in opera di tappeto erboso sintetico; il ripristino dei servizi igienici, con l’allacciamento, lungo la via Botticelli, alle rete fognaria di viale Aguggiari.

Possono partecipare al bando per la gestione del campo da tennis associazioni sportive, realtà di volontariato e ambientaliste, singoli cittadini. Il contratto di comodato d’uso va da un minimo di tre mesi ad un massimo di 24 anni dalla sottoscrizione del contratto di comodato d’uso gratuito. Il bando scade alle ore 12 di giovedì 1 agosto.

 

24 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, ai privati la gestione del campo da tennis di Villa Mylius

  1. Daniela Fiorillo il 25 agosto 2013, ore 09:17

    Condivido quanto espresso da FABIO sulla gestione del campo da tennsi di villa MYLIUS ed aggiungo che questa struttura pubblica efficiente (il campo essendo in cemento sintetico non necessita di alcuna opera di manutenzione mentre se rifatto in erba sintetica sarebbe soggetto ad usura e manutenzione) e finora completamente gratuita ha inoltre contribuito a far conoscere questo sport (considerato di “elite” per gli alti costi) a tanti bambini o giovani che altrimenti non avrebbero avuto la possibilità di praticarlo e a tanti genitori di condividere più tempo con i propri figli.
    Non levatici questo privilegio…

    UNA MAMMA

Rispondi