Varese

57 idee in lizza per rilanciare la ciclopedonale del Lago di Varese

Il concorso di idee per la progettazione di infrastrutture di servizio e nuove architetture per la valorizzazione del percorso ciclopedonale del lago di Varese – frutto di un grande lavoro di collaborazione e organizzazione iniziato lo scorso anno tra l’Ordine Architetti e la Provincia di Varese, con l’Agenzia del Turismo della Provincia di Varese ed i Comuni i cui territori insistono sulle rive del lago – Varese, Azzate, Bardello, Biandronno, Bodio Lomnago, Buguggiate, Cazzago Brabbia, Galliate Lombardo, Gavirate – ha conseguito la prima tappa: era infatti fissato entro le ore 12 del 22 luglio il termine per la presentazione delle proposte progettuali da parte di architetti, urbanisti e ingegneri.
 
“Sono ben 57 le candidature pervenute – commenta il presidente dell’Ordine Architetti di Varese, Laura Gianetti – per un totale di 228 tavole. Le proposte sono giunte in forma anonima, pertanto non è ancora possibile stabilire da quali località siano giunte anche se abbiamo motivo di pensare che siano arrivate un po’ da tutta Italia ma anche da Paesi europei”.
 
Una risposta in termini di partecipazione che soddisfa anche Dario Galli, commissario straordinario della Provincia di Varese: “Le ciclabili sono un nostro fiore all’occhiello. Provincia di Varese non solo crede, ma investe su queste infrastrutture sia in termini di progettazione e realizzazione di nuovi tratti che di manutenzione e miglioramento della situazione attuale. Questa iniziativa conferma quanto questi percorsi siano amati dai cittadini, ma anche dai professionisti, in questo caso gli architetti, che hanno messo in campo un concorso teso alla valorizzazione e promozione delle piste e di tutto il territorio”.
 
Per conoscere i nomi dei progetti vincitori e poter visionare i progetti che così tanti professionisti hanno delineato intorno al nostro lago occorrerà quindi attendere ancora un po’: «La Giuria, composta di grandi professionisti di fama internazionale – continua il presidente -, si riunirà entro la fine di agosto per valutare le proposte e in breve tempo decreterà i vincitori».
Al primo classificato andranno 7.000 euro, al secondo 5.000 e al terzo 3.000.
I progetti in concorso saranno resi pubblici con una mostra collettiva che sarà inaugurata entro fine anno, accompagnata dalla pubblicazione di un libro loro dedicato.
 
Concorso e Giuria
Responsabile e Coordinatore del concorso: architetto Dario Pescia (Ordine Architetti PPC di Varese)
La Commissione giudicatrice, nominata dall’ente banditore, L’Ordine Architetti di Varese, sarà costituita da:
Laura Gianetti, Presidente Ordine Architetti PPC della Provincia di Varese
Michele Arnaboldi (Svizzera)
Alfonso Femia, 5+1AA (Italia)
Luca Molinari (Italia)
Joao Nunes, PROAP (Portogallo)
Supplenti:
Alberto D’Elia, Ordine Architetti PPC della Provincia di Varese
Ilaria Gorla, Ordine Architetti PPC della Provincia di Varese
Svolgerà le funzioni di Segretario verbalizzante della Commissione, senza diritto di voto, l’architetto Adriano Veronesi, responsabile Commissione Concorsi dell’Ordine Architetti PPC della Provincia di Varese.

24 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi