Varese

Ciao Laura. Messaggi di cordoglio per la scomparsa del sindaco di Cardano

Laura Prati

Sono innumerevoli le attestazioni di stima e i sentimenti di dolore per la morte del sindaco di Cardano al Campo, Laura Prati. Dopo i tragici fatti di sangue avvenuti in Comune, e dopo il ricovero e la battaglia tra la vita e la morte, la scomparsa della Prati desta in tutti un sincero cordoglio e il senso di una perdita definitiva. Alla famiglia l’affetto e la vicinanza di Varesereport.

 

Cardano al Campo, 22 luglio 2013 

Dopo giorni di lotta, fatica e speranza, si è spenta oggi, all’ospedale di Varese, la Sindaca di Cardano al Campo Laura Prati, in seguito alle complicazioni sopraggiunte dopo i tragici eventi di martedì 2 luglio.

Nel dare la notizia del decesso della Nostra Sindaca Laura, l’Amministrazione Comunale di Cardano al Campo, a nome di tutta la Giunta, dei dipendenti comunali e dei funzionari, esprime il frustrante dolore di una Città tristemente orfana della Sua Prima Cittadina e soprattutto, con tutto l’affetto possibile, la vicinanza di tutta la comunità cardanese alla famiglia della Nostra Sindaca. 

L’amministrazione comunale di Cardano al Campo

 

Il circolo Saronnese del Partito Democratico si associa al dolore della famiglia e degli amici tutti per la scomparsa del Sindaco Laura Prati. Un gesto folle e sconsiderato ha strappato una madre ai loro figli, un’ottima amministratrice alla sua città e un amica a tutti noi. La tragedia che ha colpito Laura nello svolgimento del proprio dovere ci lascia attoniti e ci responsabilizza sempre di più per proseguire le numerose battaglie sui diritti delle donne e dei più deboli che da sempre la hanno contraddistinta.

Partito Democratico – Circolo di Saronno @pdsaronno

 

In questo momento le parole sono poche, la tristezza profonda, i ricordi tanti. Ho conosciuto Laura negli ultimi anni, nella nostra comune esperienza di amministratori locali di paesi limitrofi e nella nostra comune esperienza nel PD della provincia di Varese. Ne voglio ricordare la forza, la determinazione e la costanza, unite ad una pacatezza d’animo che le permetteva di raggiungere gli obiettivi prefissati. Recentemente, avevo consegnato a Laura un attestato di riconoscimento per aver voluto dare ai bambini figli di migranti residenti a Cardano al Campo la cittadinanza onoraria: voglio ricordarla così, nel suo grande spirito di accoglienza e nella sua grande disponibilità a curarsi sempre dei più deboli e degli ultimi, con grande umiltà e grande passione.  

Angelo Senaldi, deputato Pd

 

Le folli gesta di uno squilibrato accadute a Cardano al campo il 2 luglio ci avevano scosso notevolmente. Ferire  gravemente chi compie il proprio dovere mettendosi al servizio della comunità è un gesto inqualificabile che non può certo lasciarci indifferenti. Qualcuno fa del becero populismo dicendo che coloro che si occupano di politica sono tutti uguali, ma non è così perchè ci sono eroi come la sindaca Laura che hanno pagato con la vita la dedizione al proprio lavoro ed alla propria comunità. Samo vicini alla famiglia di Laura. La memoria di eroi civili si onora solo proseguendone lavoro: ciao Laura.

Pd Daverio

 

Apprendo con infinita tristezza che a 20 giorni dal gravissimo attentato, per mano di un criminale,  Laura Prati sindaco di Cardano ha dovuto arrendersi pagando un prezzo altissimo per il suo rigore morale e per la determinazione nel far rispettare le leggi. Laura lascia un vuoto incolmabile soprattutto per i suoi cari. Al marito Pinuccio, ai figli Massimo e Alessia un abbraccio affettuoso. Laura Prati lascia un grande vuoto anche nella comunità di Cardano, nella sinistra e nel Partito democratico di Varese. Nell’impegno politico, sindacale, amministrativo, associativo, sempre condotto in modo volontario, ha lasciato segni importanti: moralità, concretezza, cultura di governo, sensibilità verso chi soffre sono sempre stati i valori praticati, da semplice segretaria di sezione, a consigliere provinciale, da sindaco a presidente provinciale del Pd di Varese. L’esempio di questa donna dolce e forte, con cui ho avuto la fortuna di condividere un lungo tratto della mia esperienza politica e personale, non deve andare disperso. Mi auguro sia un esempio soprattutto per i giovani che si avvicinano alla politica. Mi auguro infine che l’autore di questo feroce attentato, che fortunatamente ha risparmiato la vita del vice sindaco Costantino Iametti, paghi il prezzo che deve alla giustizia.

Daniele Marantelli, deputato del Pd di Varese

 

Siamo addolorati per la morte di Laura Prati, una delle nostre amministratici e sindaco di Cardano al Campo e ci uniamo al dolore dei familiari più stretti, dei parenti e degli amici per questa assurda e inaccettabile scomparsa. 

Dario Galli, Commissario straordinario della Provincia di Varese

 

Quella di Laura Prati è la vicenda più dolorosa degli ultimi anni. Rendiamo omaggio a un sindaco che ha saputo affrontare coraggiosamente la trincea della gestione delle emergenze sociali, in quella  triste quotidianità di crisi e sofferenza che, nel nostro territorio, tutti gli amministratori locali di qualunque colore politico conoscono bene.

Marco Pinti, segretario della Lega Nord cittadina di Varese

 

Profondamente commosso, mi unisco al dolore dei familiari della cara Laura. E con me l’intera amministrazione comunale. La sindaca Laura ha dimostrato come la politica sia innanzitutto servizio, per la sua comunità e i suoi concittadini, nei piccoli gesti quotidiani a Cardano come nei grandi progetti sociali e culturali che stava seguendo e portando avanti.

 Attilio Fontana, Sindaco di Varese

 

La notizia della drammatica morte del Sindaco Laura Prati ha colpito tutti i Sindaci lombardi. A nome di Anci Lombardia voglio esprimere la vicinanza dell’Associazione alla famiglia, alla Comunità di Cardano al Campo, e al Vice Sindaco reggente Andrea Franzoni. Anci Lombardia ricorda l’impegno di Laura Prati, speso anche in seno all’Associazione, teso a dare concretezza alla figura di Sindaco quale primo rappresentante delle Istituzioni sul territorio.

Attilio Fontana, presidente di Anci Lombardia

 

La notizia della morte di Laura Prati ci lascia attoniti e profondamente  addolorati. A nome di tutti i leghisti della Provincia di Varese esprimo le più sentite condoglianze ai suoi famigliari. E’ un triste giorno per tutto il Varesotto e per i suoi amministratori.

Matteo Bianchi, segretario della Lega Nord della Provincia di Varese

 
 
Laura non ce l’ha fatta. Il Circolo Del Partito Democratico di Casorate Sempione si stringe intorno al marito, ai figli ed ai familiari tutti per l’assurda perdita che li ha colpiti.
Aldilà di ogni retorica di circostanza Laura Prati resta un esempio tangibile di come sia possibile fare realmente buona politica, onesta ed attenta ai bisogni dei più deboli.
Lascia un vuoto difficilmente colmabile nella famiglia del PD varesino.
Mancherà la sua guida, la sua forza, il suo consiglio, il suo dolce sorriso rassicurante ed il suo coraggio.
Noi che abbiamo avuto il privilegio di incrociarla nei nosti percorsi politici ed umani la ricorderemo sempre.
Grazie per tutto quello che ci hai insegnato.Addio Sindaca!Antonio Sparacino
Segretario di Circolo PD Casorate Sempione La morte del sindaco Laura Prati è una notizia drammatica che mai avremmo voluto sentire. Il mio pensiero corre al dolore dei suoi famigliari e di tutti coloro che gli hanno voluto bene. Fa rabbia pensare che tutto questo è capitato perché un amministratore ha lavorato bene, perché ha fatto il suo dovere. E’ una tragedia assurda.Francesca Brianza, consigliere della Lega Nord Regione Lombardia Il Pdl provinciale di Varese si stringe con affetto intorno ai familiari di Laura  in questo momento di dolore. Oggi e i prossimi giorni saranno dedicati al silenzio, alla preghiera, per chi è credente, e alla meditazione in memoria di una vittima innocente. Ma tutte le istituzioni dovranno poi riflettere e interrogarsi su questa tragedia  per evitare che altri analoghi drammatici episodi accadano di nuovo. Lara Comi, coordinatore provinciale del Pdl di Varese Abbiamo appreso con immenso dolore della prematura scomparsa di Laura Prati, sindaca del comune di Cardano al Campo, vittima di un agguato in municipio lo scorso 2 luglio.Vogliamo ricordare l’impegno di Laura, che per tutta la vita si è spesa nell’associazionismo, nel sindacato e infine nella politica, in nome dei diritti e delle pari opportunità, offrendo la sua onestà e la sua combattività al servizio della collettività.  Nata a Busto Arsizio nel 1964, Laura è stata per lungo tempo delegata sindacale della Fiom  Cgil in un’azienda metalmeccanica del gallaratese.
La Cgil Lombardia e la Cgil di Varese esprimono il più profondo cordoglio per la perdita di una compagna molto rispettata e anche di una cara amica. Ci stringiamo con affetto al marito e ai figli di Laura, ai familiari e agli amici tutti.

Nino Baseotto – segretario generale Cgil Lombardia

Franco Stasi – segretario generale Cgil Varese

 

A nome di tutto il sindacato pensionati SPI-CGIL di Varese esprimo il mio profondo dolore per la tragica perdita di Laura Prati, Sindaca di Cardano al Campo e mi stringo alla famiglia.

Umberto Colombo

SPI-CGIL Varese

 

Laura ci ha lasciate, con lei perdiamo un’amica, una compagna, una donna.

Vogliamo ricordarla con il suo dolce sorriso, con la sua voce mai sopra le righe ma sempre inflessibile nel sostenere le idee in cui credeva.

Il suo impegno,  la sua intelligenza ci mancheranno e non sarà facile coprire il vuoto che ci lascia.

Alla sua famiglia, al suo amato marito Pinuccio,  ai suoi adorati figli Massimo ed Alessia  giunga la nostra più affettuosa vicinanza.

Al Partito Democratico il nostro cordoglio per la perdita di una sua preziosa dirigente acuta  e competente.

Coordinamento Donne CGIL CISL UIL di Varese

 

La notizia che in mille modi abbiamo cercato di non leggere, quasi esorcizzandola, è giunta in tutta la sua incredibile realtà. Ed insieme al dolore infinito che condividiamo con i suoi cari, cresce ed insorge la rabbia ed il disprezzo profondi per l’autore dell’insano gesto, che ci ha privato della luce di Laura.
Luce che risplenderà ancora nel ricordo di tutti noi che l’abbiamo conosciuta, che ci stupiva con la semplicità del suo splendido sorriso, con la dolcezza del suo mite carattere, con la sua amichevole disponibilità, con la sua determinazione discreta ma indefettibile. Così l’abbiamo conosciuta, così l’accompagneremo nel suo ultimo viaggio: e che ti sia lieve, cara Laura!!!
L’Anpi di Gallarate abbruna le proprie bandiere ed invita i suoi iscritti e simpatizzanti a stringersi attorno alla famiglia, che ha subito la perdita più dolorosa ed insostituibile con la scomparsa di LAURA PRATI.

 p. Anpi Gallarate

 M. Mascella

 

Raggiunto all’estero dalla terribile notizia della scomparsa dell’amica e compagna di partito Laura Prati, piango la perdita di una donna straordinaria con la quale ho condiviso venti anni di battaglie politiche. Porterò sempre con me il suo sorriso, la sua umanità, il suo esempio.

Fabrizio Mirabelli, capogruppo Pd in Consiglio comunale a Varese

 

 

Alla fine Laura Prati non ce l’ha fatta, colpita mentre adempiva al mandato che la sua città le aveva affidato.

Esprimiamo il nostro dolore per la sua scomparsa. Donna delle istituzioni, da sempre impegnata in battaglie che sono anche le nostre.

Proseguiremo nell’impegno, cercando di onorarne la memoria, consci che la sua morte è una ferita alle istituzioni tutte e all’intero Paese, colpito nel suo cuore, la sede comunale, dove la Sindaca non è mai mancata.

Ci stringiamo alla sua famiglia, al marito e ai figli, all’amministrazione comunale e all’intera comunità.

On. Luigi Lacquaniti (Sel)

On. Titti Di Salvo (Sel)

 

Andarsene perchè si è più esposti, nonostante avere voluto il bene della propria comunità è qualcosa di terribile che lascia sgomenti e con la necessità di riflettere. Ci uniamo al grande dolore della famiglia di Laura.

Giuseppe Licata – Sel Varese

 

In questa notte scura, qualcuno di noi, nel suo piccolo, è come quei “LAMPADIERI” che, camminando innanzi, tengono la pertica rivolta all’indietro, appoggiata sulla spalla – con il lume in cima. Così “il Lampadiere” vede poco davanti a sè – ma consente ai viaggiatori di camminare più sicuri. Qualcuno ci prova. Non per eroismo o narcisismo, ma per sentirsi dalla parte buona della vita. Per quello che si è” Tom Benetollo.

Vittima di una violenza priva di senso ci ha lasciati oggi Laura Prati, Sindaca di Cardano, a lungo militante e dirigente dell’Arci, donna impegnata per i diritti delle donne e di tutti.
 
Al marito, ai figli, agli amici e amiche, all’Associazione Arci Enrico Berlinguer di Cardano così come a tutta la cittadinanza di Cardano al Campo la nostra vicinanza e affetto, le nostre condoglianze.
 
Ci sarà tempo per riflettere, per ricordare, per impegnarsi perché le battaglie di Laura non siano abbandonate, oggi è solo il momento del rimpianto e della tristezza per una tragedia senza giustificazioni.
Addio Laura.
 
Il Comitato Provinciale Arci di Varese
 
 
A nome mio e del Movimento Giovani Padani Pruincia de Varés esprimo tutte le Nostre più sentite condoglianze alla Famiglia della Sindaca Laura Prati e a tutta la Comunità Cardanese. Di fronte a tanta violenza non si può che restare scioccati. Ma, come nel libro che la Sindaca stava leggendo “Il buio oltre la siepe”: ”Ma prima di vivere con gli altri, bisogna ch’io viva con me stesso: la coscienza è l’unica cosa che non debba conformarsi al volere della maggioranza.”
Un pensiero a tutti i Sindaci che quotidianamente lavorano e si impegnano per la Loro Comunità e il Loro Territorio, veri difensori della Democrazia e della Libertà.
 
Federico Martegani
Coordinatore Provinciale Movimento Giovani Padani di Varés

 

Esprimiamo profondo cordoglio per la scomparsa di Laura Prati. Abbiamo avuto la fortuna di conoscere Laura e di apprezzarne l’impegno politico e sociale. Di recente, insieme al Coordinamento Migrante di Varese, le abbiamo consegnato un attestato di merito per aver accolto l’invito a conferire la cittadinanza onoraria ai bambini, figli di immigrati, residenti nel suo comune. Vogliamo ricordarla con il sorriso di quella giornata di festa e soprattutto con le sue parole, una testimonianza di impegno in prima persona per la costruzione di una società più equa, giusta e solidale. Come movimento ribadiamo la nostra condanna verso ogni forma di violenza e insistiamo sulla necessità di recuperare il valore del confronto e del dialogo tra le persone. Ai famigliari di Laura Prati vanno le nostre più sentite condoglianze in questo momento di dolore.  

Presidenza provinciale delle Acli di Varese

 

La morte assurda e ingiusta di Laura Prati ci priva di una valida amministratrice, di una madre affettuosa, di una donna impegnata in tante battaglie di civiltà, e di una cara amica che ci mancherà per sempre. Laura è morta perché ha fatto il suo dovere: la sua vita era l’impegno per la sua comunità, una testimonianza che conserveremo per sempre nel nostro cuore. La sua determinazione era pari al suo coraggio, la sua dolcezza alla sua generosità. L’ultimo suo gesto, la donazione dei suoi organi, ha confermato questa caratteristica della sua personalità.

Laura amava essere chiamata sindaca, perché per lei era un simbolo di riconoscimento delle donne che si impegnano in politica. Siamo arrivate in Parlamento anche grazie al suo lungo impegno per il riconoscimento del ruolo delle donne in politica, una testimonianza che onoreremo per sempre nel suo ricordo, una lezione di passione e coraggio che non dimenticheremo mai.

Il dolore per la sua morte è pari al rimpianto per aver perso un’amica ed una compagna di partito che ci era d’esempio per la generosità e la bravura che caratterizzava il suo impegno politico. Ricorderemo Laura portando avanti le sue battaglie, nelle istituzioni.

In questo momento il dolore per la morte di Laura è infinito, ma speriamo  che la stima, l’affetto e il vasto apprezzamento da lei conquistato nel corso della sua esistenza possano lenire la sofferenza per una morte ingiusta ed assurda, arrivata solo perché stava facendo il suo dovere di amministratrice.

Erica D’Adda, senatrice Pd

Maria Chiara Gadda, deputata Pd

 

22 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Ciao Laura. Messaggi di cordoglio per la scomparsa del sindaco di Cardano

  1. Luisa Oprandi il 23 luglio 2013, ore 00:43

    Con la tua vita hai scritto bellissime pagine di femminilità: un grande amore per la tua famiglia e un grande amore per la vita collettiva. Hai lottato contro ogni forma di violenza alle donne e proprio un uomo ha violato irrimediabilmente la tua dignità di mamma, di moglie, di figlia, di amica, di sindaca e di donna appassionata ai valori democratici e civici. Il dolore che oggi è di tutti diventi per tutti memoria della tua bellezza. Ciao Laura, ciao sindaca….

Rispondi