Politica

Respinta mozione di sfiducia ad Alfano. Il governo Letta può andare avanti

Il vicepremier Alfano

Sventato il tentativo di togliere la fiducia al vicepremier Alfano e governo salvo da una fine imminente. Con 226 voti contrari, 55 favorevoli e 13 astenuti il Senato ha respinto oggi la mozione di sfiducia contro il ministro dell’interno e vicepremier Angelino Alfano presentata da M5S e Sel per il caso dell’espulsione dall’Italia di Alma Shalabayeva e di sua figlia Alua, moglie e figlia del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov.

I senatori presenti alla votazione sono stati 295, i votanti 294. Contro la mozione hanno votato tutti i gruppi della maggioranza (Pd, Pdl, Scelta Civica, Gal, autonomie); a favore Sel e M5S. Ad astenersi sono stati i senatori della Lega Nord. Alcuni senatori pd in dissenso dal loro gruppo, come Laura Puppato, non hanno partecipato al voto.  

I senatori del Pdl hanno applaudito mentre il presidente Grasso lo proclamava. Il ministro Alfano si è alzato in piedi e ha ricevuto le strette di mano da tutti i colleghi.

Durissimo il commento del leader Sel Nichi Vendola: “Il voto di fiducia nei confronti del ministro Alfano è una ferita per la coscienza democratica del nostro Paese”.

19 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi