Lodi

Al via da Lodi il viaggio in cento tappe del Consiglio regionale lombardo

Il presidente Raffaele Cattaneo

Un Consiglio vicino al territorio e ai suoi cittadini. E’ partito questa mattina da Lodi il viaggio in 100 tappe con cui il Consiglio regionale attraverserà le diverse realtà locali della Lombardia, in un tour che ha l’obiettivo di rinsaldare il rapporto con le istituzioni, le realtà imprenditoriali e culturali del territorio e i cittadini.

 Il Presidente, Raffaele Cattaneo ha effettuato una serie di visite istituzionali che rispondono alla dichiarazione programmatica del discorso di insediamento in cui si auspicava un Consiglio da vedere “nelle piazze, dove si lavora, nelle università, tra le associazioni, nei luoghi della nostra cultura e delle nostre bellezze”. 

Insieme ai consiglieri Eugenio Casalino, Claudio Pedrazzini e Pietro Foroni, Cattaneo ha visitato il Comune di Lodi, incontrando il sindaco Simone Uggetti e il presidente del Consiglio comunale, Gianpaolo Colizzi. La delegazione si è poi spostata in Prefettura per il saluto al prefetto Pasquale Gioffrè, al questore Vito Ciriello e ai rappresentanti delle Forze dell’ordine. Quindi il sopralluogo ad alcuni centri di eccellenza: il Parco tecnologico padano e la scuola d’arte Bergognone. Nel pomeriggio le visite all’azienda l’Erbolario e alla Zucchetti, con chiusura allo Ster di via Haussman per l’incontro con i cittadini.

“Iniziamo da Lodi che è una realtà piccola ma è territorio operoso, ricco di storia, di cultura e creatività – ha dichiarato Cattaneo -Mentre oggi viene messa in discussione l’esistenza della province, attraverso l’iniziativa di oggi noi vogliamo intendiamo testimoniare la vicinanza alle comunità locali, il sostegno ai tanti problemi concreti delle persone e rinsaldare il legame fra cittadini ed istituzione. Lodi è la dimostrazione che a livello locale è possibile lavorare a diversi livelli in uno spirito di grande collaborazione”.

Il Presidente Cattaneo, che ha anche partecipato alla conferenza stampa per la sottoscrizione del protocollo d’intesa per la formazione degli operatori della polizia di Stato e la dotazione a bordo delle volanti di defibrillatori, ha aggiunto: “La mia presenza oggi qui rappresenta la volontà di Giunta e Consiglio di procedere di pari passo ed insieme, offrendo la misura del l’impegno costante e unitario della Regione Lombardia nell’azione di sostegno e promozione delle comunità locali”, ha concluso Cattaneo.

19 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi