Varese

Varese, Clerici sui tigli di viale Belforte: chi ha sbagliato, sarà sanzionato

L’assessore Pdl Stefano Clerici

Dopo la denuncia dell’agronomo Daniele Zanzi in merito ai tigli di viale Belforte a Varese, la questione diventa un “caso”. Con una lettera inviata ai media locali, l’agronomo sottolineava ieri come i lavori di costruzione di una rotonda spartitraffico all’altezza dell’ex Calzaturificio di Varese in viale Belforte, procurava pesanti danni  ai tigli – al momento cinque esemplari – radicati a lato del viale.

Una lettera, quella dell’ex presidente della Commissione Paesaggio del Comune, che destava viva preoccupazione in cittadini e lettori.

Ora sul “caso” interviene Stefano Clerici, assessore comunale alla Tutela Ambientale, che sui tigli a rischio in viale Belforte viene sollecitato dai giornalisti. “Abbiamo già avviato una verifica sul caso segnalato da Zanzi – dichiara l’assessore Pdl di Palazzo Estense -. E se c’è qualcuno che ha sbagliato, certamente verrà sanzionato”.

“Certo – si rammarica l’assessore Clerici – per segnalare una cosa del genere si potrebbe anche evitare di farlo per interposta persona o ricorrendo ai media. I numeri di telefono mio, del dirigente o dell’Urp sono noti. Se, invece, l’intento è quello di mettere in difficoltà l’amministrazione comunale, allora il discorso è diverso”.

18 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, Clerici sui tigli di viale Belforte: chi ha sbagliato, sarà sanzionato

  1. Daniele Zanzi il 18 luglio 2013, ore 17:58

    Bene per le sanzioni e speriamo che siano adeguate! Però intanto le piante sono state rovinate per sempre!
    Nessuna volontà comunque di mettere in difficoltà qualcuno; solo amore e rispetto per gli alberi e ancora ,per fortuna, il peso di un forte senso civico, cui sono stato educato ,senza se e senza ma. Senso civico che sembra tuttavia mancare in troppi!
    Nessun secondo fine o calcolo politico, sempre estranei alla mia mentalità,alla mia cultura e al mondo in cui ho sempre creduto.

  2. Mirko. il 18 luglio 2013, ore 21:54

    Se è l’unico modo di farsi ascoltare da questa amministrazione, ben venga!!

  3. Stefano Clerici il 19 luglio 2013, ore 02:09

    Gentile Mirko, penso che il suo commento sia un tantino ingeneroso. Credo, personalmente, di essere sempre a disposizione dei cittadini per qualsiasi segnalazione/chiarimento/esigenza, come molti altri colleghi dell’Amministrazione.
    Il mio era un piccolo sfogo, dott. Zanzi: con lei c’è spessissimo un dialogo costruttivo, ma ogni tanto non ci risparmia qualche frecciatina. Ci sta e per noi è uno sprone a fare meglio e a vigilare con maggiore attenzione sul territorio.
    In generale fanno bene i cittadini a segnalare situazioni come queste, ma sarebbe più utile se lo facessero direttamente all’Amministrazione, senza la “sponda” dei giornali: interverremmo più celermente e senza sollevare polemiche che, spesso, si rivelano inutili polveroni.
    In ogni caso errare è umano, ma chi sbaglia deve pagare.
    SC

  4. ombretta diaferia il 19 luglio 2013, ore 09:39

    perseverare però è diabolico.

Rispondi