Varese

Varese, due pattuglie intervengono per una lite in un bar di via Crispi

Nel primo pomeriggio di sabato 13 luglio, due pattuglie in servizio di controllo del territorio, hanno arrestato un cittadino italiano di 37 anni, residente a Varese, per resistenza, oltraggio e guida sotto l’influenza di alcool. Contestualmente, sono stati multati per ubriachezza molesta tre avventori di un bar e denunciata un’addetta del medesimo esercizio commerciale per aver somministrato bevande alcoliche a persone in stato di ubriachezza.

Le pattuglie sono intervenute nei pressi di un noto bar di via Crispi poiché allertate dal gestore di un esercizio commerciale adiacente, testimone di una lite tra alcuni soggetti presumibilmente ubriachi ed intenti ad importunare i passanti.

Gli agenti intervenuti hanno identificato tre soggetti seduti ai tavolini del bar mentre consumavano vino, tutti cittadini italiani residenti a Varese, pregiudicati per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. Gli stessi sono stati trovati in evidente stato di ebrezza alcoolica. E’ stata anche identificata l’addetta al bar che aveva servito i soggetti già ubriachi, la quale è stata, pertanto, denunciata per il relativo reato.

Mentre gli agenti stavano redigendo i verbali, uno dei tre consumatori fermati del bar, nei confronti dei quali si stava procedendo alla contestazione di sanzione amministrativa per ubriachezza, si è messo alla guida dell’auto e si è allontanato.

Lo stesso, immediatamente inseguito da una pattuglia, è stato poco dopo fermato ed arrestato, in quanto nel momento del blocco ha iniziato a sferrare calci e pugni contro gli operanti costretti a mettergli le manette per resistere agli atti offensivi posti in essere. Uno degli agenti è dovuto ricorrere alle cure mediche. Anche il test alcolemico, effettuato su quest’ultimo, è risultato notevolmente superiore al limite consentito, e ha confermato lo stato di evidente ubriachezza.

Per quanto sopra oltre alle contestazioni amministrative a tutti gli avventori e alla denuncia dell’addetta al bar, quest’ultimo è stato arrestato per resistenza e denunciato per oltraggio e guida in stato di ebrezza. Infine, gli è stato contestualmente sequestrato il veicolo.

Durante questo intervento le stesse pattuglie hanno anche proceduto nei confronti di un uomo che con fare sospetto era intento ad osservare con circospezione la zona e a scrutare attentamente l’interno di una autovettura tentando di aprire la portiera anteriore destra allontanandosi subito dopo. Gli operatori, sono intervenuti fermando l’uomo di 66 anni, al quale non è stato trovato nulla di occultato. Lo stesso ha dichiarato agli agenti di trovarsi in un’estrema condizione di accattonaggio, senza una fissa dimora e di girovagare in cerca di qualche spicciolo anche nelle auto parcheggiate e lasciate volontariamente aperte. L’uomo è stato denunciato per furto.

15 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi