Varese

Azzalin, un viaggiatore-scrittore raccontato dal periodico dei giornalisti “Tabloid”

Dino Azzalin

Libri e personaggi sotto l’ombrellone – Estate è sinonimo di viaggi, itinerari in mondi sconosciuti, approdi ignoti. Una definizione di estate certamente condivisa da colui che è stato definito un dentista-poeta con “4 lauree”, del quale si è interessata anche una giornalista, Grazia Fallucchi, che gli ha dedicato un ampio articolo destinato ad apparire su “Tabloid”, periodico dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia.

La vicenda si può riassumere così: alcune tesi di laurea in Letteratura di Viaggio, presso l’Università Tor Vergata di Roma, alla Facoltà di Lettere e Filosofia, abbiano messo al centro dell’attenzione il viaggiatore Dino Azzalin, dentista, editore e scrittore varesino. In particolare, si tratta di lavori firmati da Michela Marini: “Appunti sotto il cielo d’Africa” (Diari di viaggio di Dacia Maraini, Alberto Moravia, Paolo Rumiz, Dino Azzalin) Roma- Maggio 2012; da Ilaria Marchetti: “ Dino Azzalin: viaggiatore, poeta, editore” Roma-Maggio 2013; da Giuseppina Nuzzo: “ Dino Azzalin: scrivere viaggiando”, Roma-maggio 2013.

A queste tesi di laurea si aggiunge, a firma di Ilaria Batassa, il lavoro “La bussola di Dino Azzalin: prosa e poesia in viaggio”, una comunicazione al 5°convegno dei dottorandi Università di Roma dal titolo “Viaggi, itinerari, flussi umani”.

Come spiega l’interessato, Dino Azzalin, “tutto inizia dall’incontro  nel dicembre 2011, con il prof. Fabio Pierangeli, cattedratico dell’Università di Roma, noto studioso dell’opera di Guido Morselli, e relatore a un convegno varesino sullo scrittore di Gavirate. Lo scambio di reciproche pubblicazioni si è rivelato prezioso per entrambi, ma soprattutto per sviluppare una amicizia letteraria di gradevole spessore accademico-culturale”.

“Così il suo lavoro saggistico sull’intera opera di Morselli – continua Azzalin –  e il mio di poeta e narratore sono diventati parte attiva del nostro specifico rapporto. Uno scambio reciproco che si concretizza  con il saggio  “Le domande ultime e le prospettive carità” di Guido Morselli” per il numero monografico edizione Studium a cui ha collaborato anche la varesina Linda Terziroli,  e una “Lectio magistralis” al laboratorio di Letteratura di Viaggi, tenuta dal sottoscritto, all’Università Tor Vergata di Roma il 5 marzo 2013″.

Da qui, nasce l’idea del prof. Pierangeli di inserire i due libri di racconti d’Africa scritti da Azzalin “Diario d’Africa” (ed. 2001-5 edizioni) e “Mani Padamadan-viaggi di sola andata” (2007) nel piano di studi del corso di Laurea in Beni Culturali e operatori del Turismo.  Da qui le prime scelte di studiare i libri dello scrittore varesino opera da parte di alcune studentesse, sia da un punto di vista scientifico sia da quello legato al volontariato sanitario-odontoiatrico in Africa e non ultimo quello dell’editore.

Tutto termina, almeno per ora, con gli incontri tra Azzalin e le laureande il 5 giugno 2013 nel corso del V° Seminario interdisciplinare dei Dottorandi di ricerca dell’Università di Roma.

15 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi