Varese

Varese, parte gruppo di lavoro del Pd su problemi dei frontalieri

Il Partito Democratico di Varese, da qualche settimana ha costituito un gruppo di lavoro che si occupa specificamente dei frontalieri e delle loro problematiche, fungendo da interlocutore tra la realtà locale e le istituzioni nazionali e regionali. Il gruppo di lavoro, coordinato da Emiliano Cacioppo e Stefano Bragnuolo, si è allargato alle federazioni  provinciali del PD di Como e Verbania, al fine di rafforzare la rappresentanza dei circa 56.000 lavoratori italiani che lavorano in Svizzera.

Questa collaborazione ha già iniziato a dare i primi risultati: nei giorni scorsi i parlamentati che hanno partecipato al gruppo di lavoro dei frontalieri, Gadda, Marantelli e Senaldi di Varese, Braga di Como e Borghi della provincia del VCO, si sono incontrati con il sottosegretario al Lavoro, il professor Carlo dell’Aringa. Al sottosegretario  quale è stata sottoposta l’annosa questione del fondo di disoccupazione speciale dei frontalieri, al fine di ottenere da parte dell’INPS il rispetto della legge di riferimento e il ripristino del fondo per pagamento della disoccupazione speciale per chi è frontaliere e ha perso il lavoro in Svizzera. Carlo Dell’Aringa, dopo l’incontro con i parlamentari del PD, ha ribadito la sua intenzione di  esaminare la questione e si è detto fiducioso nel potere dare una risposta positiva nel prossimo futuro.

Per dare maggior impulso alla risoluzione, anche il gruppo consiliare del PD in regione Lombardia, per mano del capogruppo Alessandro Alfieri, presenterà nella prossima commissione una specifica mozione in cui chiede l’impegno del governatore Maroni e della sua Giunta ad adoperarsi presso il ministero per il reintegro della legge 147.

12 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi