Varese

Varese, è festa per i ciclisti Actl tornati da Atene. Ora sognano il patrocinio di Expo

Foto di gruppo per i coraggiosi ciclisti ritornati da Atene

Sono stati accolti con tutti gli onori i ciclisti Actl di “Varese in Europa”, di ritorno da Atene, tappa finale di un lunghissimo percorso che li ha fatto attraversare i Balcani fino al Partenone. E così, partendo da Villa Recalcati hanno fatto tappa finale a Palazzo Estense. Tutto bene, tutto è andato liscio, se si esclude qualche piccola sbucciatura al gomito di un ciclista che è caduto e molte lentezze burocratiche per il viaggio di ritorno in nave da Patrasso ad Ancona.

A riceverli, ieri mattina, lo stesso sindaco di Varese, Attilio Fontana, che ha dichiarato come l’iniziativa sia un modo “per portare il nome di Varese in giro per l’Europa”. Accanto a Fontana il segretario generale Filippo Ciminelli e l’assessore allo Sport del Comune, Maria Ida Piazza.

Per il gruppo che vanta già numerose avventure sportive in parecchi Paesi, ha parlato il presidente della realtà che da anni promuove questa corsa, il cavaliere Vincenzo Bifulco, che ha richiamato gli ideali di pace e di amicizia che guidano l’iniziativa. E ha chiesto al sindaco di sostenere la richiesta di ottenere il patrocinio di Expo 2015 per la prossima corsa. “Un modo per coronare sette anni di imprese e migliaia di km”, ha sottolineato Bifulco.

Presenti alla cerimonia anche Angelo Antonetti e Angelo Monti: quest’ultimo ha preso la parola per ricordare la commozione ad accogliere i ciclisti alla Foiba di Basovizza.

12 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi