Varese

Varese, a scuola per scoprire come si fa un bel gelato artigianale

Il maestro gelatiere Roberto Olivetto

E’ stata presentata questa mattina a Villa Recalcati la prima scuola di gelateria della Provincia di Varese. Iniziativa che ha avuto il patrocinio di Provincia di Varese e Agenzia del turismo della Provincia di Varese.  L’iniziativa nasce dalla ventennale esperienza del maestro gelatiere Roberto Olivetto con un obiettivo formativo e di promozione del territorio, che Provincia di Varese e Agenzia del turismo hanno voluto condividere. A illustrare i contenuti del progetto che prevede l’inizio del primo corso in ottobre, già esaurito per numero di iscritti e spiegare come si articola è stato Antonio Messina, Responsabile comunicazione del progetto.

Erano anche presenti Dario Galli, Commissario straordinario della Provincia di Varese; Paola Della Chiesa, Direttore Agenzia del Turismo della Provincia di Varese; Sandro Bonfanti, ex Assessore provinciale a Istruzione e Formazione professionale; Roberto Olivetto, Maestro gelatiere e responsabile della scuola Obiettivo Gelato e Cristiano Ferrero, presidente di Aroma Italia spa e tra i partner della scuola.

Si tratta di un percorso formativo certamente originale, ma anche utile a insegnare un mestiere e avviare i giovani a intraprendere un’attività imprenditoriale. Obiettivo gelato, la prima scuola di gelateria della provincia di Varese e a livello nazionale è l’unica creata all’interno di una gelateria artigianale e non gestita dai “colossi” aziendali del settore.

Ha commentato Dario Galli, Commissario straordinario della Provincia di Varese: “La nostra è davvero una provincia capace di sorprendere anche noi che ci abitiamo. Questo progetto, nato su iniziativa privata, è una di quelle cose che poi davvero contano in quella che viene definita economia reale. Ma è anche la dimostrazione che l’inventiva, la capacità e la professionalità dei nostri cittadini è  incredibile, oltre che di altissima qualità, visto il sostegno all’iniziativa di partner prestigiosi a livello mondiale”.

“Ho visto nascere e crescere questo progetto – ha dichiarato Alessandro Bonfanti, ex Assessore provinciale a Istruzione e Formazione professionale -. E’ un’iniziativa nata per caso e in seguito a una chiacchierata con Roberto Olivetto. Nell’ascoltare quello che aveva in mente ho colto l’importanza di ciò che voleva fare, poiché pur non essendo un corso che rientra tra gli insegnamenti dei Centri di formazione professionale, ha il medesimo spirito e obiettivo. Insomma rappresenta un’opportunità formativa”.

“Siamo contenti di aver patrocinato questa iniziativa – ha aggiunto Paola Della Chiesa, Direttore Agenzia del turismo della Provincia di Varese – condotta a tutti gli effetti da una realtà imprenditoriale privata, che ha importanti caratteristiche formative e che è entrata nella rete che stiamo costruendo di realtà della nostra provincia che promuovono anche il territorio. E’ un progetto che può avere anche successivi sviluppi anche nel settore del turismo. L’auspicio è ora la promozione del territorio venga fatta anche attraverso i gusti del gelato”. 

Roberto Olivetto, maestro gelatiere, ha raccontato che da tempo aveva in mente questo progetto “che si è perfezionato in 20 anni di professione, dieci dei quali passati a insegnare in giro per l’Italia come si fa il gelato. Oggi, grazie a tutti quelli che hanno creduto in questa mia idea, posso dire che la scuola è una realtà e che se esiste è grazie a molti persone, aziende e istituzioni che ci hanno creduto e dato il patrocinio”. “Ho vissuto il mondo della gelateria italiana all’estero – ha rimarcato Cristiano Ferrero, partner di Obiettivo gelato -. Ho potuto rendermi conto dei problemi di questo settore, che riguardano soprattutto la gestione corretta e qualitativa di un’attività. Noi crediamo nella scuola di Roberto Olivetto, poiché l’impostazione che ha voluto dare non prescinde dalla sua passione e dalla pratica quotidiana di come si conduce una gelateria”.

10 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi