Fagnano Olona

Festa Sel a Fagnano Olona. Al centro crisi del lavoro e problemi dei Comuni

Gli organizzatori della Festa provinciale Sel

Una festa per stare insieme, ma senza mai dimenticare i tanti problemi sul tappeto. E’ la seconda festa provinciale di Sinistra Ecologia Libertà che per quattro giorni, dall’11 al 14 luglio, presso l’Area Feste di Fagnano Olona in via De Amicis. Un cartellone molto diversificato di iniziative, che riserva momenti di dibattito, occasioni di divertimento, appuntamenti culturali. Una alternativa alla Festa Democratica alla Schiranna? Il confronto non va al di là di qualche battuta con il sorriso sulle labbra circa la competizione tra le due cucine alle due feste. Entrambe ottime, ma – dicono a Sel – con prezzi diversi.

Apertura della festa Sel con un dibattito molto interessante, presentato da Alberto Tognola, sindaco di Daverio. Un dibattito che si svolgerà l’11 luglio, alle ore 21, con il titolo lapidario “Incontro con i Sindaci”. “Si è arrivati ad una situazione di paralisi nei Comuni – dice Tognola -, sta diventando impossibile fare fronte a tutto, a continuare a fornire i servizi ai cittadini”. Invitati i sindaci dei Comuni più grossi, come Gallarate e Tradate, rispettivamente Guenzani e Cavalotti, di quelli medi, come Besozzo con Del Torchio, e dei più piccoli, come Inarzo e Daverio, con Montagna e Tognolo.

Altrettanto importante il confronto di sabato 13 luglio, alle 18, con Titti Di Salvo, deputato Sel, l’economista Gioacchino Garofoli e il segretario generale della Cgil di Varese, Franco Stasi. Titolo: “L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”, Come sottolinea Claudio Mezzanzanica, “si vede un allargamento della fascia di popolazione a rischio per la mancanza di prospettive di lavoro, e nello stesso tempo si registra un disinteresse della politica istituzionale”. Nel confronto alla festa Sel “vogliamo porre gli interrogativi giusti”, senza dimenticare che c’è anche una profonda crisi della piccolissima impresa.

Accattivanti i concerti, come ricorda Giuseppe Licata, e non manca neppure un momento di teatro con lo spettacolo “I morti non pagano le tasse” che, ricorda Nicola Manzari, è messa in scena dala compagnia Universauser per ricordare Bruna Brambilla. Lo spettacolo, che sarà sabato 13 alle ore 21, verrà introdotto da Mario Agostinelli.

Il programma completo

9 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi