Ispra

Ispra, assemblea Legambiente per vederci chiaro sul reattore del Ccr

Un’informazione trasparente e partecipata è alla base di una collaborazione efficace tra il Centro Comune di Ricerca ed il territorio circostante. E’ questo la ragione dell’assemblea pubblica che Legambiente, in collaborazione con i Comuni di Ispra, Brebbia  e Cadrezzate, organizza domani, giovedì 4 luglio, alle 20.45 presso il teatro dell’oratorio S. Giovanni Bosco in via Roma ad Ispra.

Saranno proprio i rappresentanti del CCR ad illustrare alla cittadinanza le attività del centro, in particolare quelle relative al programma di smantellamento del reattore nucleare e alla costruzione del deposito temporaneo delle scorie. Un incontro fortemente voluto dal circolo ambientalista locale “La fornace”, che già nell’autunno scorso aveva inviato una lettera aperta alle amministrazioni comunali per chiedere un momento pubblico di confronto.

All’appuntamento, introdotto dal Sindaco di Cadrezzate Maurilio Canton e moderato dal presidente di Legambiente Lombardia Damiano Di Simine, interverrà anche il responsabile scientifico nazionale dell’associazione ambientalista Giorgio Zampetti.

“Abbiamo riscontrato piena disponibilità nei responsabili del CCR – spiega Alberto Minazzi, coordinatore provinciale di Legambiente –. Questa iniziativa contribuirà a chiarire tutti i legittimi dubbi che emergono dalla popolazione”.

Il sito europeo sta infatti operando sotto stretto controllo delle autorità italiane. Il deposito è autorizzato esclusivamente per ricevere e stoccare temporaneamente i rifiuti di bassa e media intensità provenienti dallo smantellamento del reattore ISPRA1 e nessun tipo di rifiuto radioattivo di altra provenienza è autorizzato allo stoccaggio presso il CCR. Questioni che saranno finalmente approfondite nella serata di domani.

3 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi