Cardano al Campo

Cardano al Campo, da politici e associazioni un grande abbraccio a Prati e Iametti

Laura Prati

Numerosissima la serie di interventi relativi al gravissimo atto di violenza nei confronti del sindaco di Cardano al Campo, Laura Prati, e del vicesindaco, Domenico Iametti.

“Come amministratori comunali di Cardano al Campo, ci stringiamo idealmente attorno a Laura Prati e Costantino Iametti e alle loro famiglie, esprimendo piena e totale solidarietà e vicinanza umana in questi momenti di grande apprensione, oltre ad una ferma condanna nei confronti di ogni forma di violenza, mai in alcun modo giustificabile. L’unica vera preoccupazione che ci muove attualmente sono le condizioni di salute di Laura e Costantino, ma ci sentiamo altresì in dovere di invitare tutti a rispettare le persone coinvolte in questa grave e seria vicenda, usando la massima sobrietà nei toni e nelle uscite pubbliche, per evitare che possa esserci anche solo l’ombra di una qualche forma di speculazione sull’episodio, da qualsiasi angolazione lo si possa guardare. Ad essere stato colpito oggi è chi, come Laura e Costantino, è costantemente e quotidianamente in prima fila nel sempre più complesso ruolo di amministrare il bene comune, mettendoci la faccia con grande trasparenza, correttezza, senso del dovere e rispetto delle regole. La prima priorità che guida la nostra azione amministrativa è la salvaguardia della coesione sociale: la giunta comunale e l’amministrazione nel suo complesso continueranno ad impegnarsi in questa direzione e a portare avanti questa priorità con la stessa determinazione ed incisività”. L’intervento è stato firmato dagli assessori comunali Daniela Tomasini, Andrea Franzioni ed Enrico Pozzi, dal  consigliere comunale del gruppo “Cardano Vive” Marco Zocchi, dalla presidente del Consiglio Comunale, Elena Maria Mazzucchelli.

“Di fronte alla sparatoria che ha visto coinvolti il Sindaco di Cardano al Campo, Laura Prati, e il Vicesindaco, Domenico Iametti, esprimo la mia solidarietà e la vicinanza di ANCI Lombardia e di tutti i Sindaci lombardi ai due Amministratori feriti durante l’orario di ricevimento della cittadinanza”. Questo il messaggio inviato da Attilio Fontana, Presidente di Anci Lombardia all’Amministrazione comunale di Cardano al Campo (VA) in seguito alla sparatoria all’interno del Municipio. Fontana ha continuato evidenziando che “questo gesto dimostra, ancora una volta, che i Sindaci come Laura Prati sono quotidianamente in prima fila nello svolgere il loro lavoro, anche di fronte a una situazione di crisi e di tensioni sociali come quella attuale, e per questo, a volte, sono costretti a pagare in prima persona. A loro va il nostro pensiero e la nostra vicinanza”. “Episodi come quello odierno pongono inoltre l’attenzione sul clima di astio diffuso nei confronti degli Amministratori locali e della politica, che può sfociare in simili atti” ha continuato il Presidente di ANCI Lombardia. “Ci stringiamo alla comunità di Cardano al Campo in questo momento di difficoltà, confidiamo in una pronta soluzione del caso ed esprimiamo la ferma condanna dell’attentato.

Dichiara Edoardo Guenzani, primo cittadino di Gallarate: “Appreso con sconcerto della violenza subita dal sindaco Laura Prati e dal vicesindaco Costantino Iametti, esprimo solidarietà e vicinanza da parte dell’Amministrazione comunale e dell’intera Gallarate ai feriti, ai loro cari, ai cittadini di Cardano al Campo. Oggi è stata portata a termine un’azione insensata, tanto più grave in quanto compiuta in una sede istituzionale. Sicuro del principio secondo il quale la brutalità deve essere sconfitta, auguro a Laura Prati e al suo vice di superare questo momento difficile, di tornare nel più breve tempo possibile alle rispettive famiglie e di ricominciare presto a operare per il bene della loro comunità. 

Il circolo Saronnese del Partito Democratico esprime il massimo sconcerto per l’episodio di Cardano al Campo in cui sono stati feriti in una sparatoria il Sindaco Laura Prati ed il Vice Costantino Iametti. Ci stringiamo alle loro famiglie in questo momento triste e difficile.Questi avvenimenti gravissimi sono contrari ad ogni fondamentale regola di convivenza civile e meritano la massima condanna.

Anpi Gallarate, esprime piena e incondizionata solidarietà al Sindaco di Cardano al Campo, Laura Prati, al Vice-Sindaco, Costantino Iametti e a tutte le persone coinvolte nella sparatoria avvenuta in mattinata. Sempre fermamente convinti che la violenza e l’aggressione non portano mai ad alcun esito positivo per se e per la società tutta, condanniamo irrevocabilmente il gesto subito dalla prima-cittadina di Cardano al Campo e dal sul vice. Increduli e costernati per il violento gesto che li ha colpiti, ci stringiamo intorno alle rispettive famiglie, augurando una pronta guarigione, e un sereno ritorno sul posto di lavoro dove sappiamo faranno ancor meglio di quanto fatto fin qui.

«Esprimo ferma condanna riguardo il grave episodio di violenza che ha coinvolto, questa mattina, sia il sindaco Laura Prati che il vice sindaco Costantino Iametti della città di Cardano al Campo. Gli amministratori locali sono, da sempre, il riferimento più diretto sia per la cittadinanza che per i più deboli . Un sentimento di profonda solidarietà alle vittime, alle loro famiglie e all’intera comunità cardanese ». Queste le parole di Luca Marsico, Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile in merito al grave fatto di sangue che ha sconvolto la città di Cardano al Campo nella mattinata di oggi.

“Sono sotto choc. Quanto accaduto questa mattina al Comune di Cardano in Campo è un episodio gravissimo, folle, di inaudita violenza. Sono vicina al Sindaco Laura Prati e al suo Vice Costantino Lametti colpiti mentre svolgevano il loro lavoro con la passione e la dedizione di chi tra tante difficoltà si impegna ogni giorno per il bene della collettività. In attesa di conoscere gli aggiornamenti sulle loro condizioni di salute e le precise dinamiche che hanno generato un atto tanto sconsiderato, non si può non riflettere sull’accaduto, frutto di un momento storico in cui la violenza troppo spesso viene assunta come soluzione alla crisi che tutto il paese sta attraversando”, lo afferma Maria Chiara Gadda, deputata del Pd, commentando la sparatoria di questa mattina nel Comune di Cardano in Campo.

Il Consiglio regionale segue con attenzione le condizioni di salute delle vittime della sparatoria di questa mattina al Municipio di Cardano al Campo, in cui sono rimasti feriti il Sindaco Laura Prati e il Vicesindaco Costantino Iametti. La seduta di oggi è stata interrotta dal Presidente dell’Assemblea, Raffaele Cattaneo, che ha aggiornato i Consiglieri sull’accaduto e sulle condizioni di salute dei due amministratori. Inoltre Cattaneo ha espresso anche a nome del Consiglio “la ferma e unanime condanna per questo grave episodio e la solidarietà alle vittime e ai loro familiari”.

“Il grave episodio di Cardano al Campo desta sgomento. Siamo vicini al sindaco Laura Prati e al vicesindaco Costantino Iametti, alle loro famiglie e a tutta la comunità di Cardano. Seguiamo con attenzione l’evolversi delle condizioni dei feriti e ci auguriamo possano rapidamente migliorare. È davvero preoccupante constatare come chi è in prima linea per servire la propria comunità possa pagare un prezzo tanto alto per il proprio impegno. Questi fatti di violenza meritano la condanna più ferma da parte di tutti”. Lo dichiara Alessandro Alfieri, capogruppo in Regione e coordinatore politico del PD lombardo, dopo aver appreso della sparatoria, questa mattina, nel municipio di Cardano al Campo, in provincia di Varese.

“Un episodio gravissimo, sconcertante. Sono vicina al sindaco Laura Prati, al vicesindaco Domenico Iametti e ai loro familiari in questi momenti drammatici. C’è da fare tutti una seria riflessione sull’escalation di questi assurdi episodi di violenza”. Lo afferma il coordinatore provinciale del Pdl di Varese ed europarlamentare Lara Comi.

“Un episodio grave, che ci lascia sgomenti e con un profondo senso di preoccupazione per le condizioni di salute in cui versano il sindaco di Cardano al Campo, Laura Prati e il vicesindaco socialista Costantino Iametti”. Lo ha detto Riccardo Nencini, a seguito della sparatoria avvenuta stamattina nel comune della provincia di Varese. “Sembra incredibile che un tranquillo centro della provincia italiana sia stato teatro di un episodio così efferato – continua Nencini- e quanto avvenuto dimostra quanto sia difficile e a volte pericolosa l’opera degli amministratori locali che ogni giorno lavorano per il bene comune. A tutti loro devono andare il nostro pieno sostegno e solidarietà – aggiunge Nencini. Sono vicino ai cittadini di Cardano, al loro Sindaco e alle famiglie dei due amministratori feriti. In particolare al vicesindaco – prosegue il segretario del Psi – il compagno Costantino Iametti, un dirigente e amministratore del Psi di lungo corso che ha svolto sempre la sua attività con impegno, rigore e dedizione. Con l’augurio che possa riprendersi rapidamente ritornando a svolgere il suo ruolo istituzionale e nella federazione Psi della provincia di Varese di cui è apprezzato dirigente- conclude”

“Le notizie che sono giunte questa mattina da Cardano al Campo  – dice il deputato Pd Angelo Senaldi – mi lasciano sconvolto e sgomento. Il primo pensiero va a Laura, a Costantino e a tutti i loro familiari. Vi sono vicino, augurandomi di potervi incontrare presto. Quello che è successo questa mattina è un fatto assurdo, preoccupante e inquietante. Dà il segno di quanto in questa nostra epoca le regole della civile convivenza stiano venendo meno ed ognuno crede di poter risolvere tutte le questioni individualmente. Dobbiamo seriamente riflettere su quanto la nostra società sia attraversata da questo clima di odio e di violenza che davvero mette a repentaglio la possibilità di vivere in comunità e lo spirito di servizio che muove l’azione di chi si impegna per le proprie città”.

Tutto il PD varesino è stretto vicino alla Sindaca Laura Prati  e al vicesindaco Costantino Iammetti  e alla comunità di Cardano al Campo gravemente colpiti dal gesto vile e inqualificabile di un uomo accecato dal rancore. Il segretario provinciale Fabrizio Taricco si è recato immediatamente all’Ospedale di Gallarate dove è stata portata Laura Prati, immediatamente sottoposta ad un delicato intervento operatorio e si  mantiene in  costante contatto con la famiglia alla quale ha espresso la solidarietà di tutto il partito. L’operazione è terminata nelle prime ore del pomeriggio e la Sindaca rimane in situazione di terapia intensiva. Anche il vicesindaco Aimetti, colpito alla testa e all’addome, è stato sottoposto ad un delicato intervento presso l’Ospedale di Varese. Nel condannare il gravissimo attentato ai due amministratori, avvenuto nella sede del Municipio e con la motivazione assurda di ritorsione verso la corretta applicazione della legge a tutela della pubblica amministrazione, Taricco ricorda il lungo e appassionato impegno di Laura Prati, prima ancora che come Sindaco come donna. Un pegno per le pari opportunità e per il rispetto delle donne, della loro dignità. Proprio venerdì scorso Laura Prati aveva partecipato al convegno sul FEMMINICIDIO organizzato alla Festa democratica della Schiranna e venerdi prossimo sarebbe intervenuta al convegno su COMUNI E WALFARE in programma sempre alla Festa varesina. Venerdì 5 luglio sarà anche  l’occasione, per tutti i democratici, di manifestare pubblicamente la solidarietà a Laura e a Costantino e a tutti gli amministratori onesti e integerrimi che in tanti Comuni d’Italia sono impegnati per il bene comune, con passione e disinteresse.

“A nome della segreteria provinciale della Lega Nord Varese e di tutti i nostri sindaci e amministratori del Varesotto, esprimo ferma condanna e solidarietà circa l’assurdo episodio di violenza e follia che ha coinvolto, questa mattina, il sindaco Laura Prati e il vice sindaco Costantino Iametti della città di Cardano al Campo, ai quali auguro pronta guarigione”. Queste le parole di Matteo Bianchi, segretario provinciale della Lega nonché sindaco di Morazzone:”Sono rimasto colpito dal tentato omicidio andato in scena
nel municipio  ai dannni di chi è intento a lavorare per il bene della propria comunità e nel rispetto delle regole, mettendoci la faccia – dice Matteo Bianchi -. Oggi gli amministratori locali sono il riferimento più vicino per la cittadinanza e questo troppo spesso li pone davanti a rischi inaccettabili. Nella vicenda odierna il sindaco Prati e il vicesindaco Iametti sono stati colpiti dalla vendetta di un folle per avere svolto il proprio dovere, ovvero, applicato il provvedimento di sospensione dopo una sentenza del Tribunale di Busto Arsizio”. Poi una considerazione al di là della vicenda odierna ma direttamente collegata all’incolumità dei rappresentanti delle istituzioni:”Come sindaco di Morazzone – conclude Bianchi -, mi sento di affermare che la nostra categoria, insieme a quella dei tecnici comunali e degli assistenti sociali, fa parte dei soggetti a rischio per il clima di esasperazione che sta montando in questo Paese. Lo Stato deve essere in grado risolvere le emergenze sociali e tutelare i suoi amministratori”.

La Cisl dei Laghi, unitamente alla propria Categoria della Funzione Pubblica, a seguito dei gravissimi fatti accaduti a Cardano al Campo, presso il Comune, con il ferimento del Sindaco e del Vice Sindaco, e presso la locale sede della CGIL, con il lancio di un fumogeno, esprimono vicinanza e affetto a Laura Prati e a Costantino Iametti, con l’augurio di presto ristabilirsi per tornare così al servizio dei propri cittadini, con la passione e l’attenzione che connotano la loro azione. Esprimono altresì solidarietà fraterna agli amici di CGIL, a partire dalla Segreteria e dai colleghi tutti. Stigmatizzano con forza il folle gesto compiuto e, con molta preoccupazione, chiedono alle Istituzioni tutte di continuare a garantire vigilanza e attenzione, per evitare il ripetersi di simili gesti sul territorio.

Il circolo del Partito Democratico di Daverio è vicino a Laura, Costantino ed ai rispettivi familiari. L’eco delle folli gesta alimentate dall’odio è arrivato sino a noi, esprimiamo solidarietà alle vittime di questa barbaria e facciamo loro un augurio di pronta guarigione.

La Segreteria provinciale dell’Arci di Varese esprime la più viva solidarietà a Laura Prati, Sindaco di Cardano al Campo e al vicesindaco Costantino Iametti feriti questa mattina da colpi di pistola sparati contro di loro nel Palazzo Comunale. Condanniamo senza appello qualsiasi uso della violenza. a maggior ragione con armi da fuoco, da parte di chi tenta vendette assolutamente ingiustificabili ed assurde. Conosciamo bene il comportamento ineccepibile e coscienzioso di Laura anche perché per molti anni ha ricoperto funzioni di responsabilità in ambito locale con l’Arci Berlinguer di Cardano e ha fatto parte anche del Direttivo Provinciale Arci. La sua è un’etica professionale e uno stile di lavoro e di coinvolgimento in campo civile indiscutibilmente sorretti da quella correttezza e onestà che vanno sempre indicati ad esempio per tutti. Auguriamo a Laura Prati e Costantino Iametti di poter tornare rapidamente e col consueto impegno alla loro attività amministrativa e ai loro affetti familiari. Siamo vicini alle famiglie, agli amici e alla cittadinanza di Cardano al Campo (comunicato condiviso e diffuso anche dalla Direzione Nazionale).
 
“Intendiamo esprimere la nostra vicinanza alla Sindaca Laura Prati ed ai suoi familiari, ai suoi concittadini ed agli amici -ntervengono i deputati Sel Luigi Lacquaniti e  Titti Di Salvo -.  La sparatoria, in cui è stata ferita gravemente e nella quale è rimasto ferito anche il Vice Sindaco, avvenuta nella sede del Comune di Cardano, in provincia di Varese, è un gesto che ferisce l’intera comunità, perché è proprio in quelle stanze che Laura ogni giorno si mette a servizio del paese che l’ha eletta prima cittadina. E dalle quali stanze non ha mancato di chiedere con forza a noi che sediamo in Parlamento, di adoperarci affinché vengano fatte leggi che pongano fine alla violenza quotidiana che le donne subiscono. Attendiamo fiduciosi che le forze dell’ordine facciano al più presto chiarezza sull’accaduto e speriamo che Laura Prati si riprenda presto, per tornare alla sua comunità ed al suo impegno”. 
 
Il coordinamento provinciale di Libera esprime assoluta vicinanza a Laura Prati e Costantino Iametti. Laura e Costantino sono amministratori, colpiti in maniera sconvolgente proprio nell’esercizio loro ruolo di rappresentanti della comunità e garanti del bene comune, e sono anche compagni di viaggio di Libera e delle associazioni che ne fanno parte. L’amministrazione comunale di Cardano al Campo si è distinta infatti in questi anni per l’attenzione e la promozione della legalità democratica e della cittadinanza attiva. Il motivo scatenante la folle azione di stamattina è dunque ancora di più causa di indignazione e sgomento. La nostra solidarietà si estende agli altri amministratori del Comune di Cardano e il pensiero va a tutti coloro che in questo periodo così difficile sono impegnati, a loro rischio e pericolo, a mantenere la coesione sociale e costruire speranza. Tutti noi vediamo in Laura e Costantino il volto della bella politica. Un volto ignobilmente ferito, ma che presto siamo certi di poter rivedere in tutta la sua luminosità.
 
La Segreteria Regionale del PRC esprime profonda solidarietà e partecipazione alla Sindaca di Cardano al Campo Laura Prati e al Vicesindaco Costantino Iametti, colpiti brutalmente da una mano spinta da inaccettabile spirito di rancore e di rivalsa, e spera che al più presto possano ritornare alle loro famiglie e al loro lavoro istituzionale. La Sindaca, la Giunta e il Consiglio Comunale in un momenti di crisi epocale, per una società minacciata dalla povertà, dall’assenza di lavoro e di futuro, rimangono un punto di riferimento a cui si attribuiscono tutte le responsabilità e si indirizzano tutte le richieste di soluzione. Rifondazione è impegnata a difendere il valore politico dei luoghi in cui si esercita la sovranità popolare e gli uomini e le donne che, anche a rischio della vita, difendono legalità e spirito di giustizia.
 

Un messaggio anche da Sel di Varese: “Apprendiamo con sgomento la notizia della sparatoria a Cardano al Campo, del ferimento del Sindaco Laura Prati e del Vicesindaco Costantino Iametti, esprimiamo tutta la nostra solidarietà e speriamo di avere al più presto notizie confortanti del loro stato di salute. Siamo anche vicini alla CGIL per lo spavento del “motolov” artigianale lanciata nella loro sede. Un caro abbraccio Laura da tutta Sinistra Ecologia Libertà”.

3 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Cardano al Campo, da politici e associazioni un grande abbraccio a Prati e Iametti

  1. Devis Tonetto - Partito Democratico circolo di Daverio il 2 luglio 2013, ore 17:03

    Il circolo del Partito Democratico di Daverio è vicino a Laura, Costantino ed ai rispettivi familiari. L’eco delle folli gesta alimentate dall’odio è arrivato sino a noi, esprimiamo solidarietà alle vittime di questa barbaria e facciamo loro un augurio di pronta guarigione.

  2. Luisa Oprandi il 5 luglio 2013, ore 00:28

    Questa sera in consiglio comunale a Varese, davanti alla violenza verbale e alle urla lanciate nei confronti di chi (unanimità dei presenti al voto e di tutte le forze politiche) ha sostenuto e votato una mozione di ANPI contro l’insorgenza di movimenti e azioni di stampo neofascista e per estensione di ogni forma di espressione razziale, ho pensato alle lotte costruttive e ai valori civili e democratici che tu Laura e tu Costantino avete come punto di riferimento inossidabile, al senso profondo del vostro essere “a servizio” della collettività e alla grande dignità che nel quotidiano e in questa attuale grande fatica sapete esprimere. Un abbraccio grande. Luisa

Rispondi