Economia

Economia, Whirlpool investe su Cassinetta. Plaude Brugnoli, presidente Univa

 

Contrazione della domanda, pressione sui prezzi, rincaro dei costi delle materie prime, previsioni di mercato stagnante, sottoutilizzo della capacità produttiva dei siti industriali. Questi i dati da cui prende le mosse la strategia europea di Whirlpool sintetizzata nel Piano Industriale Emea, che contiene una serie di interventi focalizzati sul riassetto dei siti industriali, il contenimento dei costi e l’ottimizzazione della capacità produttiva del comparto della refrigerazione.

Presentato oggi alle rappresentanze sindacali e industriali delle province di Varese e Trento, il Piano Industriale Emea si è reso necessario per fronteggiare il cambiamento strutturale del settore e per riguadagnare competitività sul mercato europeo, che nell’ultimo anno ha fatto registrare rilevanti perdite operative.

Attraverso investimenti nei prossimi 4 anni in ricerca e sviluppo e in nuovi prodotti e processi per 245 milioni di euro, nasce nel sito di Cassinetta di Biandronno il polo strategico degli elettrodomestici da incasso, dove si sposteranno anche le produzioni oggi allocate a Spini di Gardolo. Cassinetta si trasformerà quindi in un centro di eccellenza e innovazione globale grazie alla concentrazione della totalità delle produzioni da incasso presenti oggi in Italia. Forti sinergie verranno a crearsi con i centri di ricerca e sviluppo regionali e globali già presenti nel sito, il Global Consumer Design e il Food Stream Institute. Sarà chiusa la fabbrica di Spini di Gardolo, che ha una bassa capacità produttiva utilizzata, e dove oggi si producono frigoriferi da incasso e di libera installazione (free standing).

Plaude alla scelta della grande multinazionale Giovanni Brugnoli, presidente dell’Unione degli industriali di Varese. “Non è solo un importante investimento, si tratta di una scommessa sul territorio, di una fiche puntata sulla casella varesina e la capacità del suo sistema manifatturiero di garantire competitività alle imprese. È così che deve essere accolta la notizia dei 245 milioni di euro che la Whirlpool intende investire nella produzione e nelle attività di ricerca e sviluppo degli stabilimenti di Cassinetta. Un’iniezione di fiducia per tutta l’industria locale e per una provincia che dimostra ancora di saper attratte ingenti capitali di multinazionali leader mondiali del proprio settore”.

Continua Brugnoli: “Nel clima di crisi persistente sono queste le notizie in grado di dare uno schock positivo a tutto il sistema produttivo. Bombardati costantemente da dati negativi legati all’occupazione, all’andamento degli ammortizzatori sociali, alle crisi aziendali e, non ultimi, quelli di ieri sull’ulteriore calo degli investimenti esteri in Italia, scesi del 70% rispetto al 2011, la notizia che un colosso come Whirlpool intenda rinsaldare la sua presenza sul nostro territorio rappresenta la conferma di ciò che abbiamo sempre sostenuto: nonostante il momento difficile che si protrae ormai da anni, l’industria varesina non ha perso per strada quei capisaldi che ne fanno una punta di diamante del sistema manifatturiero nazionale. Punti di forza che stanno soprattutto in un know how industriale diffuso, in un’alta preparazione dei lavoratori, in indotti che possono contare su Pmi all’avanguardia sia nelle competenze, sia nella tecnologia, sia nella capacità di stare sui mercati insieme alle grandi aziende”.

 

28 giugno 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi