Varese

Maroni conferma Galli alla Aler di Varese e Busto. E nel Pdl scoppiò la rivolta

 

La coordinatrice del Pdl varesino Lara Comi

Sul fronte delle nomine dei nuovi commissari Aler, è guerra in maggioranza. In particolare, alzano il tiro i vertici del Pdl di Varese nei confronti della riconferma e del rafforzamento di Paolo Galli come commissario della nuova Aler di Varese e Busto Arsizio.

Il parere contrario è stato espresso in primo luogo dalla coordinatrice Lara Comi e dal vice Paolo Aliprandi, ma anche dagli eletti in Consiglio regionale, Luca Marsico e Raffaele Cattaneo.

“Esprimiamo la nostra disapprovazione per una nomina che riteniamo sul piano politico del tutto inadeguata – affermano gli esponenti del PDL di Varese in una nota –. Galli, a suo tempo indicato dal Pdl, ha poi fatto scelte diverse e dunque non possiamo sostenerlo politicamente. Inoltre, poiché la gestione dell’Aler di Varese ha generato numerosi problemi non riteniamo che si possa sostenere questa nomina sotto il profilo tecnico. Chiediamo pertanto alla Giunta e al presidente Maroni la revoca immediata di Galli”.

19 giugno 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Maroni conferma Galli alla Aler di Varese e Busto. E nel Pdl scoppiò la rivolta

  1. giovanni dotti il 21 giugno 2013, ore 17:14

    Come si permettono i PDLlini di contestare la riconferma all’ALER di un menager da loro stessi insediato in precedenza in quel ruolo? Quali elementi nuovi sono emersi per dire che prima andava bene ed ora non piu’? Esprimano chiaramente le loro valutazioni nel merito, e non continuino sempre ad inseguire logiche politiche che con la “meritocrazia” da loro tanto sbandierata non c’entrano nulla

Rispondi