Cittiglio

Cittiglio, in Pediatria è arrivata Rhum, l’amica dei piccoli pazienti

 

Un piccolo paziente insieme a Rhum

Un’amica dei bambini molto particolare è arrivata martedì nella Pediatria di Cittiglio. Guardata con aria interrogativa da tutti coloro che l’hanno incontrata all’ingresso della struttura, che si chiedevano cosa ci facesse in ospedale, Rhum, per niente preoccupata, si è avviata verso il reparto pediatrico. Il tempo di annusare quà e là per ambientarsi e scoprire il nuovo luogo nel quale, guidata dal suo “capo” Chiara Maggiolini, Rhum sarà la protagonista dell’Attività Assistita con Animali, che nei prossimi mesi si svolgerà a Cittiglio.

L’iniziativa nasce, su proposta di Chiara Maggiolini, dalla collaborazione del Comitato Tutela Bambino in Ospedale, l’associazione di volontariato che ha fondato Il Ponte del Sorriso Onlus, per sostenere la realizzazione di un ospedale a misura di bambino a Varese, con l’associazione Onlus Carolina, che, da anni, promuove la Pet Therapy, quale fonte di benessere e di astrazione dal disagio nelle situazioni difficili, come il ricovero in ospedale dei bambini.

Rhum, appena entrata, accolta con entusiasmo dal personale, ha suscitato immediatamente l’interesse di un piccolo ricoverato, che ha voluto, non solo accarezzarla, ma dividere con lei la merenda, dopo averle offerto anche un proprio giochino. Rhum si è, quindi calata nel suo ruolo, anche se, in un primo momento, è stata distratta da Tupi, il coniglietto che da tempo abita con i bambini in reparto, con il quale ha voluto fare conoscenza.

La presenza degli animali in ospedale agisce in modo positivo sulla serenità e sull’umore dei bambini, in quanto va ad intervenire sulla sfera emozionale ed affettiva del piccolo, creando un circolo benefico in grado di alleviare il disagio.

Di volta in volta verranno quindi proposte diverse attività da effettuare con Rhum, rivolte all’accudimento dell’animale come spazzolatura, nutrimento, lancio e riporto di oggetti, giochi cognitivi, ma anche attività di co-terapia durante le quali i bimbi potranno indossare un camice e giocare al “dottore” visitando l’animale, auscultandone il battito cardiaco, ecc..

Non mancheranno anche momenti educativi nel far apprendere al bambino le modalità di vita del cane, spiegando come avvicinarsi all’animale per prevenire reazioni indesiderate e come giocare con lui considerandolo un essere vivente di cui avere rispetto.

19 giugno 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Cittiglio, in Pediatria è arrivata Rhum, l’amica dei piccoli pazienti

  1. Leonia Talamona il 19 giugno 2013, ore 19:06

    Bellissima iniziativa… Chissà’ mai che possa anche sensibilizzare le persone che abbandonano i loro animali x andare in vacanza…

  2. Tiziana il 19 giugno 2013, ore 21:31

    Sono bellissime iniziative io ho provato l’esperienza quando ho avuto mio figlio ricoverato a Cittiglio e Tupi è stato di aiuto tanto.Grazie continuate così.

  3. Emanuela Crivellaro il 20 giugno 2013, ore 11:04

    Grazie per le vostra belle parole che ci incoraggiano a proporre sempre nuove iniziative per aiutare i bambini a guarire giocando.

Rispondi