Varese

Al via l’Estate varesina 2013, senza grandi novità e senza grandi risparmi

Presentazione dell'Estate varesina

Presentazione dell’Estate varesina

Senza eccezionali novità, il cartellone dell’Estate varesina 2013, e neppure tanto risparmioso. Questa volta il cartellone propone più di ottanta eventi, tanti davvero se li contiamo, ma di diseguale valore, di qualità assai differente. Con alcune conferme circa le colonne della stagione, da Esterno Notte al festival Tra Sacro e Sacromonte, da Black&Blue a Solevoci, e  molto altro a fare da cornice. Alcune cose migliori e altre peggiori, con proposte di peso culturale e altre più insignificanti.

A dire la verità, questa mattina, in Comune, la novità principale è stata la presenza di William Malnati, presidente di Aspem, che ha affiancato l’assessore alla Cultura del Comune Simone Longhini per tutto il tempo della presentazione del cartellone estivo. Una presenza che si spiega con il contributo giunto da Aspem alla stagione estiva: 15 mila euro. Questi si vanno ad aggiungere ai circa 80 mila euro che escono da Palazzo Estense, che pure – come ricorda Longhini – ha tagliato il budget del 15% rispetto alla scorsa estate. Dunque un cartellone significativo per un cartellone da stagione da spending review.

Ci sono i protagonisti, in questa Estate varesina, che inizierà il 21 giugno, ai Giardini Estensi, con l Banda di Capolago. Certamente tra loro rientra Filmstudio 90. Lo storico cineclub dell’Arci di Varese organizza la rassegna alla tensostruttura dei Giardini Estensi “Esterno Notte”, organizza le proiezioni del Drive In (che però non sono comprese nel cartellone presentato oggi), collabora con una rassegna che propone al Castello di Masnago propone serie di frammenti cinematografici dal titolo “Frammenti d’autore”, insieme a “Sull’Arte”. Altra protagonista è la stagione “Tra Sacro e Sacromonte”, una stagione della Fondazione Paolo VI che dirige il bravo Andrea Chiodi, sostenuto, da un punto di vista organizzativo, da Jessica F. Silvani.

Non mancano neppure il Black & Blue Festival, organizzato dall’ottimo Alessandro Zoccarato, e  due eventi che ogni anno organizza Fausto Caravati, il Solevoci Festival e il Varese Gospel Festival. Questa volta un’incursione a Varese del Cadegliano Festival-Piccola Spoleto promosso da Teatro Blu di Silvia Priori, che ai Giardini Estensi realizzerà un grande evento di apertura il 27 giugno con l’Orchestra multietnica di Porta Palazzo di Torino. Simpatico appuntamento anche quello con il Gaber di Enzino Iacchetti (“Chiedo scusa al signor G.”), che il Festival del Teatro e della Comicità di Francesco Pellicini porta ai Giardini il 25 luglio.

Non mancano neppure le mostre nel cartellone estivo. Al Castello di Masnago si aprirà la mostra dedicata a Pierluigi Nervi, il grande architetto, una rassegna organizzata dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Varese, dal 21 giugno al 29 settembre. Senza nulla togliere a Nervi, era naturale aspettarsi una bella mostra dedicata ad un grande artista con radici nel territorio, Enrico Baj, scomparso esattamente dieci anni fa, artista di grande fama, di cui peraltro il Comune al Castello possiede opere, attorno alle quali si poteva costruire, con altre opere e documenti, una bella iniziativa sul grande artista, che certamente meritava un percorso ragionato e ricco di proposte. Magari anche con un catalogo realizzato ad hoc.

Altra mostra, questa volta a Villa Mirabello, quella dedicata a Giovanni Testori su I pugilatori, una serie di opere che si vide già a Casa Testori a Novate. Anche la mostra varesina è curata dall’Associazione Giovanni Testori. Una mostra che si terrà dal 4 luglio all’11 agosto, e che proporrà un Testori pittore di non grandissimo interesse.

E poi tanto altro: il Festival di Musica Antica del Seprio, la rassegna “Les plaisir champetres” a Mustonate, le pellicole al Palace Hotel nell’ambito del Palacento, i Festival dei Talenti.

 

17 giugno 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi