Varese

Varese, Silvio Raffo evoca al Santuccio la vita e i versi di Vittorio Sereni

Silvio Raffo al Teatro Santuccio di Varese

Silvio Raffo al Teatro Santuccio di Varese

Una serata dedicata al poeta luinese Vittorio Sereni, nel centenario della nascita, quella che ha visto protagonista il poeta e traduttore Silvio Raffo sul palco del Teatro Santuccio di Varese, che si è saputo diventerà location di diversi eventi firmati dallo stesso Raffo.

La serata, una cinquantina di persone presenti, è stata anche ripresa dalle telecamere di Rai 5. Avrebbe dovuto essere accompagnata da un filmato sui luoghi cari al poeta, ma a causa di problemi tecnici il filmato è partito in ritardo. Titolo dell’iniziativa, “Il tacito evento”, un verso dello stesso Sereni della poesia “Terrazza”, una poesia facile, ma non certo bellissima.

Un’ora di reading dedicata da Raffo alle quattro raccolte del poeta, da Frontiera a Diario d’Algeria, da Strumenti umani a Stella variabile. Per ognuna di esse Raffo ha spiegato e letto alcune poesie, forse con qualche eccesso didascalico. Tuttavia dalla serata è uscito un ritratto sfaccettato del poeta, non solo sul piano poetico, ma anche umano.

Lo stesso Raffo ha anche ricordato la presenza di Sereni nell’antologia “Linea Lombarda” pubblicata dall’Editrice Magenta fondata a Varese da Bruno Conti, un’esperienza culturale che ha portato a lanciare grandi autori. Nessuna parola sul fatto che quella casa editrice è rinata a Varese.

 

12 giugno 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi