Varese

Varese, sull’Anci è dura polemica tra il sindaco Fontana e il Pd

comuneIl Sindaco di Varese Fontana ha risposto, oggi, all’interrogazione presentata dal capogruppo Pd in Comune, Fabrizio Mirabelli, in merito alla designazione, quale Amministratore Unico della Società  partecipata Aspem Reti srl, dell’ex presidente Ciro Calemme.

A proposito della comunicazione alla Corte dei conti con la quale il Comune di Varese aveva chiesto un parere sul bilancio 2009 di Aspem Reti srl, per sciogliere i dubbi  relativi al presunto dolo, alla presunta imperizia e alle presunte negligenze che ci sarebbero stati nella gestione della società a capitale interamente pubblico.

Il sindaco informa che “essa non ha, e ormai sono trascorsi quasi due anni, condotto ad alcun formale rilievo, né allo stato, sono conosciute iniziative su presunte responsabilità erariali nei confronti di chicchessia”. Secondo il sindaco, pertanto, non ci sarebbe “alcun impedimento attuale alla conferma del Presidente uscente”.

Dichiara Mirabelli: “Spiace che il sindaco Fontana, nella sua risposta, non abbia resistito alla tentazione di scadere sul piano della polemica”.

“Mi pare il caso – scrive, infatti, il sindaco – di sottolineare come il sottoscritto non prenda lezioni dal PD che, spesso, ha fatto dei condizionamenti interni una regola aurea e consolidata nel tempo. L’ultimo caso eclatante, a cui posso fare riferimento, è quello di ANCI nazionale, ove la spartizione delle poltrone di vertice, in questo momento, è affare tutto interno al PD, nonostante le più volte conclamate aperture agli altri soggetti politici che fanno parte di tale importante Associazione rappresentativa di tutte le realtà locali e non solo di quelle targate PD, strategica per la sopravvivenza dei Comuni stessi”.

Conclude il Pd Mirabelli: “In merito, sorge spontanea una domanda: ma il sindaco Fontana è, forse, diventato presidente di ANCI Lombardia per la sua bravura e per l’intervento dello spirito divino?”.

5 giugno 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi