Economia

Economia, al Pirellone i lavoratori Husqvarna valutano lo stop alla Cigs

Un momento dell'incontro in Regione

Un momento dell’incontro in Regione

Questa mattina la Commissione Attività produttive ha incontrato i lavoratori e i rappresentanti sindacali di Husqvarna, lo stabilimento di Cassinetta di Biandronno. L’audizione ha vissuto l’eco delle notizie positive arrivate al termine del vertice tenutosi il  giorno prima, mercoledì 29 maggio, a Roma presso il Ministero dello Sviluppo economico.

In quella sede è stata comunicata la disponibilità del gruppo austriaco Ktm, che ha rilevato Husqvarna da Bmw, a bloccare la procedura di cassa integrazione straordinaria e di cessazione immediata dell’attività. L’ipotesi è, ora, quella di 13 settimane di cassa integrazione ordinaria.

Il presidente della IV Commissione, Angelo Ciocca (Lega Nord), ha confermato l’impegno di Regione Lombardia nell’esercitare il ruolo istituzionale nella vertenza, ma anche ribadito la volontà di “arrivare a una risoluzione per far nascere un soggetto regionale che sappia stimolare gli imprenditori di comparti analoghi a subentrare in queste situazioni. Quando siti produttivi come questo dimostrano di avere potenzialità vive, Regione deve intervenire per conservare la produttività in loco, accompagnando l’ingresso di nuovi soggetti”.

Sul mantenimento della produttività in loco è intervenuto anche il consigliere Onorio Rosati (Pd): “Questa situazione non è tollerabile in Lombardia. I problemi erano noti e preesistenti all’arrivo di Ktm. Per questo bisogna vedere se ci siano le prospettive per separare i destini di Ktm e del luogo produttivo, che non può essere ridotto a una mera struttura di vendita con 30-40 posti di lavoro”.

30 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi