Politica

Elezioni, anche nel Varesotto valanga-astensione. Per Venegono complimenti di Maroni

urna-elettoraleL’astensionismo colpisce duro anche nel nostro territorio per il turno delle elezioni amministrative che si sono svolte ieri. Interessati all’appuntamento 5 Comuni della nostra provincia più uno del Comasco. Dalle urne sono usciti i nuovi primi cittadini e i nuovi parlamentini cittadini.

Nel Varesotto hanno votato il 59,7% degli aventi diritto contro il 74% della precedente tornata amministrativa con  un calo del 15%. L’unico comune a non aver risentito del fenomeno è stato Jerago con Orago.

Ad Azzate vince Gianmario Bernasconi, che con “ViviAzzate” vince le elezioni amministrative (1193 voti). Arrivano poi la lista “Tutti per Azzate” di Luca Massetti con 462 voti e  “Prima Azzate!” di Nicola Varalli con 460 consensi.

A Jerago con Orago vittoria per Giorgio Ginelli, rieletto sindaco con il 70% dei consensi. Aveva ottenuto il 58% nelle precedenti amministrative. Ginelli ha vinto staccando l’avversario Eliseo Valenti, sostenuto da Pd e Lega Nord (che ha ottenuto attorno al 30% dei consensi).

A Venegono Superiore sul podio sale Ambrogio Crespi, ex assessore al Bilancio nell’amministrazione presieduta dalla leghista Francesca Brianza, ancora Lega-Pdl. Secondo i dati l’ex assessore ottiene circa 816 voti (25,30% delle preferenze),  mentre Mariolina Ciantia (ex sindaco candidato per  Pd-Proposta Civica) si ferma a circa 632 (19,59%). Subito dietro la lista civica  Bene in Comune di Roberto Restelli con 544 (16,86) e Bruno Zoccola con 535 (16,58). Fuori Riccardo Pellegrini  di Venegono Sociale e Fabio Muraro di Impegno per Venegono. Un’elezione, questa di Venegono Superiore, che ha registrato anche i complimenti del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, in veste di leader leghista. “Il segretario Maroni si è congratulato per la vittoria e ha chiesto di portare i suoi saluti al sindaco Crespi e a tutta la sezione della Lega di Venegono, a partire dal suo segretario Oscar Vailati”, ha dichiarato il segretario provinciale Matteo Bianchi.

Ad Agra Ernesto Griggio è il nuovo sindaco con la sua lista “Fai 13″, la stessa del sindaco Ballinari deceduto nell’agosto del 2012. 57% dei consensi per il neo-sindaco, con soli 35 voti di scarto sull’avversario Vincenzo Sardella di Insieme per Agra.

A Galliate Lombardo è Barbara Macchi il nuovo sindaco con la lista “Vivere Galliate” e il 70% dei consensi (360 voti).  In lista con lei c’è anche l’ex sindaco Carlo Tibiletti, dal quale Macchi  raccoglie l’eredità e continua il lavoro.

A Mozzate la poltrona di sindaco va a Luigi Monza, sostenuto dalla lista Un’altra Mozzate, composta da Pd e una componente civica. Ha ottenuto oltre 1.800 preferenze arrivando al 47% dei voti.  L’ex sindaco Denis Bettoni con Mozzate In Testa (Lega e Pdl) ha ottenuto 864 voti (22,5% di preferenze).  Al terzo posto l’altro ex sindaco Giancarlo Galli con Mozzate Partecipa, che supera di poco i 600 voti (15,4%). Movimento 5 Stelle di Gianluigi Guzzetti al 14,7 per cento (560 preferenze).

 

 

28 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Elezioni, anche nel Varesotto valanga-astensione. Per Venegono complimenti di Maroni

  1. ezio il 28 maggio 2013, ore 09:25

    cominciano a delinearsi i confini della macroregione voluta da Maroni….da Venegono fino alla Folla di Malnate…

Rispondi