Varese

Varese, giovani protagonisti alle celebrazioni della battaglia di Biumo

La fanfara dei Bersaglieri alla manifestazione promossa da "Varese per l'Italia"

La fanfara dei Bersaglieri alla manifestazione promossa da “Varese per l’Italia”

Tanti varesini hanno partecipato nel pomeriggio di ieri alla commemorazione della gloriosa battaglia di Varese. Un bel successo di pubblico che conferma come in città sia sentita la ricorrenza e apprezzati gli sforzi di chi, come l’associazione “Varese per l’Italia”, si mobilita per fare memoria degli eventi che hanno fatto la nostra Italia unita.

Presenti il Prefetto Zanzi, gli assessori comunali Pdl Simone Longhini e Stefano Clerici,  e delegazioni di Alpini di Varese, Unuci, Marinai in congedo.

Il corteo risorgimentale è partito da piazza Carducci ed è giunto in Piazza Podestà. Un corteo che è stato impreziosito dalla presenza dei bersaglieri. Prima di corsa e poi nella piazza sotto al Garibaldino, la banda dai cappelli piumati ha intrattenuto il pubblico per oltre un ora con pezzi classici.

Quest’anno la commemorazione è stata proposta da Andrea Locorotondo, il piu’ giovane(23 anni) del Consiglio Direttivo di Varese per l’Italia, mazziniano convinto. E’ poi seguito un rinfresco che è stato offerto generosamente dal Ristorante Bologna. E proprio davanti al Bologna quattro bersaglieri hanno improvvisato uno show di jazz e blues,divertendo i varesini presenti.

Prima della manifestazione finale, nel corso della giornata una ventina di giovani studenti e studentesse del  Liceo Classico Ernesto Cairoli hanno fatto da guida alla visita del settore dedicato al Risorgimento a Villa Mirabello. Ragazzi bravi e ben preparati.

Alla sera, organizzato da Floreat, da una brillante Luisa Oprandi e dal professor Livio Ghiringhelli, è seguito un concerto tenuto dalla giovanissima Silvia Franzi, sorprendente, al pianoforte, da Francesca Bonomi, affermata arpista, e da Gallazzi, Castoldi e Sartori, tre estroversi clarinettisti che han riscosso molti applausi.

La giornata ha visto dunque la partecipazione di giovani e giovanissimi, che sono stati i veri protagonisti della giornata: prima i ragazzi del Cairoli a Villa Mirabello, poi Andrea Locorotondo alla commemorazione e, infine, i giovani musicisti al concerto del Liceo Musicali, una presenza di qualità che smentisce i mille luoghi comuni che sui giovani circolano da sempre, copiosamente.

27 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, giovani protagonisti alle celebrazioni della battaglia di Biumo

  1. Angelo Brunetti il 27 maggio 2013, ore 13:06

    Il mondo cambia se anche gli amatissimi bersaglieri suonano jazz. Che tanta bella gioventu sia stata protagonista della giornata per una ricorrenza di oltre 150 fa non fa che grande piacere.

  2. Sereno sereni il 27 maggio 2013, ore 20:20

    Sereno Sereni
    Ho apprezzato molto l’iniziativa dell’Associazione Varese per l’Italia 1859 che e’ riuscita a colorare la grigia Varese in un policromo tricolore. Bello il vostro articolo, ma purtroppo debbo segnalare che vi siete dimenticati, nel citare le associazioni presenti, la Croce Rossa e Polizia di Stato, due emeriti sodalizi.

  3. a.g. il 27 maggio 2013, ore 20:39

    Ottima segnalazione, ce ne scusiamo. W Croce Rossa e Polizia di Stato!!

  4. Giovanni Dotti il 28 maggio 2013, ore 08:57

    Mi rammarico di non aver potuto esser presente alla bella commemorazione della Battaglia di Varese del 26 maggio 1859. Per gli anni prossimi auspico una maggiore e piu’ tempestiva informazione attraverso i mas media in modo da incrementare la partecipazione popolare. Ancora un plauso a Luigi Barion e a tutti i componenti dell’Associazione VARESE per l’ITALIA che hanno riportato alla memoria dei Varesini questo storico evento.

Rispondi