Busto Arsizio

Assemblea Univa, Squinzi: gli otto miliardi disponibili per pagare debiti Pa

Il presidente Giorgio Squinzi

Il presidente Giorgio Squinzi

L’Europa libera l’Italia dalla procedura d’infrazione per deficit eccessivo e, dunque, si liberano otto miliardi. Denaro che, come ha detto il presidente di Confindustria questa mattina all’Assemblea Univa, a Malpensafiere, possono servire per ”pagare i debiti della pubblica amministrazione”. Una buona notizia, la chiusura del procedimento: Squinzi ha auspicato che da questa novità possa derivare una risposta alle richieste che fa Confindustria.

Un intervento ricco di temi, quello di Squinzi all’Univa. Per il presidente di Confindustria, “la prima cosa da fare per alleviare la situazione di scarsità di credito alle imprese è che la Pubblica amministrazione metta mano al portafoglio e paghi i propri debiti”. Debiti che “non sono sovvenzioni”, ma prodotti, forniture che lo Stato deve pagare.
Squinzi parla di 14o miliardi, la cifra a cui ammonterebbe il debito dello Stato verso le imprese italiane. “Una cifra molto vicina alla realtà”. Pagare i debiti è il dovere numero uno.

27 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi