Genova

Genova, don Gallo: “continuiamo ad essere mercanti di sogni”

Don Andrea Gallo, di cui sono stati celebrati i funerali

Don Andrea Gallo, di cui sono stati celebrati i funerali

Un funerale con migliaia di persone ha dato a Genova l’ultimo saluto al prete degli ultimi, don Andrea Gallo, scomparso mercoledì a 84 anni.

In tremila sono accorsi alla celebrazione che ha visto un lungo corteo da via San Benedetto, lungo via Andrea Doria, fino al Carmine dove don Gallo celebrò la sua prima messa e da dove fu cacciato negli anni ’70. Con “Bella Ciao” che ha accompagnato il corteo funebre.

Contestazioni per Bagnasco, arcivescovo di Genova, che ha tenuto l’omelia, quando ha ricordato che il cardinale Siri sarebbe stato considerato dal sacerdote come “un padre e un benefattore”, un’affermazione che ha fatto alzare una selva di fischi. Applausi invece per Vladimir Luxuria, ex parlamentare. Applausi anche per don Luigi Ciotti, leader di Libera. “Se trovate qualcuno che ha capito tutto salutatelo da parte mia e di don Gallo e cambiate strada”, ha detto Ciotti.

L’ultimo messaggio è stato affidato a Facebook dagli amici della Comunità di San Benedetto: “Sempre con coraggio, continuiamo a essere trafficanti di sogni”.

25 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi