Gazzada

Gazzada, riparte “Musica in Villa” con tante “chicche” da Verdi a Bacalov

L'argentino Luis Bacalov

L’argentino Luis Bacalov

Nove concerti, a partire da sabato 15 giugno fino a sabato 10 agosto, segnano la trentasettesima stagione di “Musica in villa”, una rassegna simbolo per la provincia di Varese, seguita ogni anno da migliaia di persone grazie alla suggestione del luogo, la settecentesca villa del nobile Guido Cagnola a Gazzada Schianno, e alla qualità delle proposte.

Che, come ogni anno, cercano di accontentare i diversi gusti del pubblico, attraverso un itinerario culturale capace di attraversare generi quali la musica d’arte, i grandi classici, il pianoforte, la canzone popolare, con protagonisti di primo piano in ogni disciplina.

In prima linea, come sempre, tra gli organizzatori spiccano Pro loco e comune di Gazzada Schianno, mentre tra gli enti patrocinatori si annoverano Regione Lombardia e Provincia di Varese, nonché “Varese Land of Tourism”, Fondazione Comunitaria del Varesotto, e Camera di Commercio. Ricca la partecipazione di sponsor privati.

“Musica in villa” ha visto nel corso della sua storia alternarsi solisti di vaglia, da Ottavio Dantone ad Antonio Ballista, da Mauro Rossi a Giuliano Carmignola, allo straordinario Stefano Bollani, prestigiosi direttori d’orchestra quali Diego Fasolis o Stefano Montanari, gruppi noti a livello mondiale come il Buena Vista Social Club, ma anche comici prestati alla musica seria come Enzo Iacchetti, con il suo disco dedicato a Giorgio Gaber, i Fichi d’India, voci recitanti di un trionfale “Pierino e il lupo” di Prokofev, Enrico Beruschi con il pianista Carlo Balzaretti, l’attore del Piccolo Teatro di Milano Umberto Ceriani.

Una manifestazione nel cuore dei gazzatesi, che attraverso i volontari della Pro loco danno una mano importante nell’organizzazione, garantendone ogni minimo dettaglio.

Come sempre, il palco verrà montato nel porticato della villa, dotato di una straordinaria acustica, in modo da garantire il concerto anche in caso di maltempo.

LE PROPOSTE

Apertura sabato 15 giugno (tutte le serate avranno inizio alle ore 21) con un omaggio a Giuseppe Verdi nel Bicentenario della nascita, con i più bei cori dalle sue opere e da quelle di Mascagni, di cui ricorre invece il 150° della nascita, e Puccini, e alcune arie per tenore e soprano. L’orchestra è quella de “Il Mosaico” con il coro Schola Cantorum Labronica, diretti da Alessandro Bartolozzi.

Il secondo appuntamento sarà sabato 22 giugno, con “L’alba del Romanticismo”, e pagine di Haydn, Wilhelm Friedmann Bach e Mozart, eseguite dall’orchestra I Pomeriggi Musicali, con Ottavio Dantone al clavicembalo e la direzione di Mario Roncuzzi.

Sabato 29 giugno, invece, serata tra musica e teatro, con la ricostruzione, curata da Piero di Blasio e Stefania Fratepietro, attore e cantante, del rapporto artistico e sentimentale tra Luigi Tenco e Dalida. Con loro il pianista Emiliano Begni e il contrabbassista Ermanno Dodaro.

Quarto appuntamento il 6 luglio, con “Esercizi di stile” e l’applaudito Quartetto Bislacco, vecchia conoscenza di villa Cagnola, che proporrà musiche di Mozart, Rossini, Bach, Gershwin e Paganini.

Sabato 13 invece, balzo nell’America folk blues, con “Country Roads” e il gruppo The Main Road Band, impegnato in una interessante riproposizione dei brani di Bob Dylan e Paul Simon.

Ancora due appuntamenti caratterizzano il “luglio in Cagnola”: sabato 20, il Tocoticotrio, composto di pianoforte, percussioni e fisarmonica, proporrà “Danze in concerto”, musiche popolari dal mondo e, domenica 28, l’evento clou della stagione, il concerto del compositore argentino Luis Bacalov con l’Orchestra di Padova e del Veneto da lui diretta e il contrabbassista Enrico Fagone.

Bacalov è autore di alcune delle più celebri colonne sonore di film e ha collaborato con registi del calibro di Elio Petri, Ettore Scola, Alberto Lattuada, Federico Fellini e Pier Paolo Pasolini, oltre a essere valente pianista e compositore di brani per diversi gruppi strumentali.

Due le serate di agosto: domenica 4, I Cameristi del Verbano proporranno “Il prete musicista e il musicista teologo”, ricognizione nelle opere di Antonio Vivaldi e Johann Sebastian Bach, mentre il gran finale sarà sabato 10, con l’Orchestra della Svizzera Italiana diretta da Roberto Rizzi Brignoli, in un “Concerto d’estate” che comprenderà brani di Darius Milhaud, Franz Joseph Haydn ed Elliott Carter, con l’intervento del percussionista Louis Sauvêtre.

Ma la trentasettesima edizione di “Musica in villa” conta anche su tre concerti “fuori programma”: domenica 9 giugno, alle ore 16, “Blooming kids”, performance del Greensleeves Gospel Choir diretto da Fausto Caravati, per raccogliere fondi a favore dell’Istituto scolastico di Gazzada Schianno; mercoledì 19 giugno, un “Omaggio a Britten” con l’Orchestra e il coro da Camera del Liceo musicale di Varese, diretti da Gabriele Conti e Roberto Perata, con il pianista Giovanni Galletta. L’ultimo domenica 23 giugno alle ore 21, con due pianisti dell’Istituto di musica Magnificat di Gerusalemme, Emmanuel Mnatzagnian e Jamileh Za’atreh, impegnati in brani di Haydn, Mendelssohn, Chopin, Beethoven, Maikapar e Moussorgsky.

INFO

Il biglietto d’ingresso ai singoli concerti costa 15 euro, ridotti 10 euro. Gli organizzatori assicurano l’esecuzione dei concerti anche in caso di maltempo.

Fino al 30 settembre 2013, il pubblico di “Musica in villa”, grazie a una speciale convenzione con Confesercenti, potrà ottenere, presentando il biglietto di un concerto assieme al programma di sala, uno sconto del 10 per cento sui menu offerti dagli esercizi di ristorazione aderenti all’iniziativa.

Inoltre, grazie alla collaborazione con alcuni alberghi, con le stesse modalità si potrà ottenere il 10 per cento di sconto sui pernottamenti.

Per maggiori informazioni: Segreteria organizzativa, tel. 0332 – 875120 oppure 0332 – 461304.

23 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi