Varese

Varese, i ragazzi del CFP parlano di legalità con uno staff di toghe

toga_generica3-2Giovedì’ 16 maggio dalle ore 9 alle ore 13, si svolgerà presso l’aula magna del Centro di Formazione Professionale di Varese – in via Monte Generoso 71/a – un incontro sulla legalità promosso dal docente del corso di diritto, avvocato Stefano Lucarelli, cui parteciperanno come relatori gli avvocati Giovanni Caliendo, Raffaella Servidio, Barbara Zavagna, Stefano Lucarelli e Cesare Soprano.

L’incontro nasce dall’esigenza di approfondire tematiche legate al mondo dei giovani per far conoscere e comprendere le conseguenze dell’uso di stupefacenti e dell’alcool e mettere in atto i corretti comportamenti volti alla salvaguardia della propria e dell’altrui vita. evitando le cosiddette stragi del sabato sera.

Spiega Sonia Prevedello, Direttore Generale dell’Agenzia Formativa: “Proseguiamo come negli anni precedenti a sensibilizzare i nostri giovani sulle tematiche della legalità e, quest’anno in particolare, non sarà coinvolto solo uno staff di avvocati ma anche una sezione del nucleo antidroga della Polizia di Stato unitamente alla presenza del noto dj italiano, ma di fama internazionale, Alex Gaudino, che interverrà riportando le proprie esperienze personali vissute nel corso dei molti anni di carriera artistica”.

Il gruppo di relatori tratterà in particolare tematiche quali lo spaccio e la detenzione di sostanze stupefacenti, le sanzioni ivi connesse, la guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di sostanze psicotrope, le lesioni, le estorsioni, i reati di calunnia e ingiuria anche a mezzo web, tutti gli aspetti risarcitori a questi legati nonchè il fenomeno dello stalking.

L’intervento della Polizia di Stato prevede la proiezione di slide e filmati oltre ad un’interessante dibattito nella formula domanda-risposta con i giovani partecipanti all’incontro.

Presso Il CFPIL – struttura dell’Agenzia Formativa che si occupa delle persone con disabilità – si è valutata invece l’opportunità di promuovere un corso rivolto agli operatori che tratterà, oltre alle problematiche legate all’uso delle sostanze psicoptrope, anche le questioni relative alle “nuove forme di dipendenza” quali l’uso non appropriato di video giochi e di tutti i sistemi informatici ed il gioco d’azzardo.

 

15 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi