Varese

Varese, manca Piano della Protezione civile. Entro l’estate ci sarà

volontari_protezione_civile_42491_62131_80361Il Comune di Varese sta lavorando per avere un Piano di Protezione civile. Se ne occupa un tavolo al quale partecipano Polizia locale, Protezione civile comunale, funzionari di Palazzo Estense. Un tavolo che cerca di produrre un risultato al più presto: il precedente Piano era stato approvato nel 2002 ed era scaduto nel 2009. Da allora manca un Piano che consenta un intervento il più possibile organizzato ed efficace in caso di calamità naturali.

Non è semplice, però, raggiungere l’esito che ci si è prefissi. Come dice l’assessore comunale alla Tutela Ambientale, Stefano Clerici, “mancano le risorse, ma stiamo lavorandoci con impegno, e prevedo che entro l’estate vedremo un primo risultato”. Il Piano è stato diviso in parti diverse, che saranno affrontate successivamente. I tecnici del Comune stanno lavorando alla parte più urgente, mentre ci saranno fondi messi a bilancio il prossimo anno per continuare con competenze esterne, che ha un costo che si aggira attorno ai 40 mila euro.

Oltre al Piano, il Comune è impegnato anche a dare una sede adeguata all’Ufficio della Protezione civile che attualmente è ubicato presso la Polizia Locale a Villa Baragiola. Obiettivo, come conferma l’assessore Clerici, è quello di portare tale Ufficio alla Schiranna presso la sede della Protezione civile comunale.

12 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi