Varese

Lega contro Equitalia, a Varese un presidio piccolo piccolo

 

Militanti leghisti davanti agli uffici di piazza Repubblica a Varese

Militanti leghisti davanti agli uffici di piazza Repubblica a Varese

Presidio ieri mattina della Lega Nord davanti agli uffici di Equitalia di Varese, in piazza Repubblica. Un presidio piuttosto magro, dal punto di vista della partecipazione, che ha visto la presenza del segretario provinciale Matteo Bianchi, di un gruppo dei Giovani Padani di Varese, del consigliere comunale Luigi Lazzarini. Si notava invece la totale assenza degli assessori leghisti, oltre a quella di Marco Pinti, pur preannunciata (motivi lavorativi, la giustificazione).

Al presidio non sono mancati i giudizi poco lusinghieri di alcuni automobilisti che passavano davanti ai leghisti, impegnati a distribuire volantini listati a lutto dedicati all’ente di ricossione dei tributi.

Si trattava di un’iniziativa a livello regionale, di cui ha sintetizzato i temi lo stesso Bianchi, il sindaco di Morazzone che nel suo Comune ha già messo alla porta Equitalia. “Nessuno ha detto che i tributi non si devono pagare – dice Bianchi -, ma Equitalia deve avere nei confronti dei contribuenti un atteggiamento  più umano e collaborativo, soprattutto in un momento di crisi come quello attuale”. Soprattutto il segretario provinciale della Lega sostiene che “non si può confondere chi ha difficoltà a pagare con gli evasori”. “Se non ci sarà un cambiamento da parte di Equitalia – conclude Bianchi -, essendo un fornitore di enti pubblici, dagli enti pubblici verrà licenziato”.

 

8 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Lega contro Equitalia, a Varese un presidio piccolo piccolo

  1. Delio Carrasi il 8 maggio 2013, ore 14:56

    la solita LEGA. Aveva già promesso di licenziare Equitalia un anno fa. Forse molti esponenti del partitello non si sono fatti vedere per la vergogna. Possibile che non riescano a fare neppure UNA delle mille cose che dicono?

Rispondi