Varese

Lega Nord contro Equitalia. Domani presidio a Varese davanti agli uffici

equitalia2“Fuori Equitalia dalla Lombardia”. Sarà questo lo slogan che martedì 7 maggio contrassegnerà l’iniziativa voluta dalla Lega Nord di Varese per sottolineare come quello della riscossione dei tributi sia un problema che va ad aggiungersi a quelli creati dalla crisi che stiamo vivendo.

Nel mirino le modalità di questa società pubblica nei confronti dei cittadini, modalità che risultano ancora più inaccettabili con il persistere delle difficoltà economiche e le “denunce” continue di chi si dice “vessato” da Equitalia.

La protesta andrà in scena a partire dalle ore 11 davanti alla sede varesina di Equitalia di piazza della Repubblica e oltre a militanti e simpatizzanti leghisti di tutta la provincia saranno presenti operai e imprenditori. Presenti anche il segretario provinciale Matteo Bianchi e quello cittadino Marco Pinti. L’iniziativa si terrà in tutte le province lombarde su iniziativa del Consiglio della Lega Lombarda e del segretario Matteo Salvini.

“L’idea di questa iniziativa nasce dall’ascolto dei cittadini, dei lavoratori e dagli imprenditori – spiega il segretario provinciale Matteo Bianchi -. Il malessere non emerge dal lavoro di riscossione che Equitalia deve svolgere, ma dalle modalità in cui questo viene svolto. Si tratta di metodi inadeguati che non cercano il dialogo e la collaborazione con il contribuente, ma che troppo spesso scadono in procedure vessatorie che mettono in seria difficoltà il cittadino”.

Per la Lega, quindi, la sostituzione di Equitalia con un altro Ente è una priorità che sarà ribadita in occasione della manifestazione, come del resto già sostenuto dal segretario Roberto Maroni che ha annunciato di volerla “licenziare” dalla Regione Lombardia. Senza dimenticare che il segretario provinciale Matteo Bianchi ha già provveduto in questo senso in qualità di sindaco di Morazzone:”Proprio dall’aprile del 2012 la nostra Amministrazione comunale ha deciso di fare a meno di Equitalia – continua Matteo Bianchi -. La gestione che stiamo attuando in proprio non fa sentire nessuna mancanza. Anzi, stiamo attuando un approccio a “misura d’uomo” che va incontro ai cittadini”.

 

Infine:”Ricordiamo che Equitalia è fornitore di servizi agli Enti pubblici – conclude Bianchi – e se il fornitore non sviluppa azioni e comportamenti aziendali confacenti può essere cambiato, licenziato. Quindi, o si allinea all’atteggiamento richiesto da Regione Lombardia o perderà il servizio nel territorio più ricco di questo Paese”.

 

6 maggio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi