Politica

La Pd Serracchiani governatore del Friuli. Crollo del Movimento 5 Stelle

Debora Serracchiani

Debora Serracchiani

Vittoria dell’outsider, la Pd Debora Serracchiani, alle regionali del Friuli Venezia Giulia. Sfida all’ultimo voto tra Serracchiani e Renzo Tondo per la poltrona di governatore del Friuli Venezia Giulia, con l’eurodeputata che vince per una manciata di voti, neanche duemila di scarto. ”Senza Roma sarebbe stata un’asfaltata”, commenta a caldo il nuovo  governatore del Friuli.

Tutti soddisfatti gli esponenti del Pd, che per un attimo sembrano avere dimenticato la difficile situazione del loro partito. Matteo Renzi manda “un abbraccio agli amici friulani che hanno vinto”. Per Massimo D’Alema l’elezione della Serracchiani rappresenta “senza dubbio un riconoscimento del lavoro da lei svolto in questi anni. Ed è un segnale di incoraggiamento”.

Se si fa un confronto con le elezioni politiche di due mesi fa, la coalizione del centrosinistra era al 27%, oggi è al 39,3%. L’area di centrodestra oggi è al 38 per cento, mentre era al 28 per cento. Ma il dato più interessante è senza dubbio quello relativo ai grillini: il candidato grillino Galluccio ha conquistato in Friuli il 19% delle preferenze, ma la lista M5S fa registrare un calo significativo: alle politiche era al 27%, ora in Friuli è circa al 13 per cento.

Altro dato decisivo, quello relativo all’affluenza, che è stata pari al 50,51%. Una netta flessione rispetto alla tornata regionale 2008, quando la percentuale fu del 72,33. Nel 2008, però, si votò sia per le regionali che per le politiche, dunque era stato Election Day.

23 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “La Pd Serracchiani governatore del Friuli. Crollo del Movimento 5 Stelle

  1. Giovanni Dotti il 23 aprile 2013, ore 15:50

    Piu’ che il partito e’ contata la persona. Quando ci sara’ restituita la possibilita’ di sceglierci i candidati ???

  2. Roy1 il 24 aprile 2013, ore 21:13

    a proposito: ma qualcuno ha visto i deputati e i senatori pentastellati varesini? dove sono? che fanno per il territorio che i ha trionfalmente eletti? forse twittano con i quattromila elettori del loro Presidente della Repubblica

Rispondi