Economia

Con la Cigs all’Husqvarna continua il declino dell’industria

aaaaaaE’ solo l’ultima, ennesima conferma che l’industria nel Varesotto è in profonda crisi: 211 i lavoratori dell’Husqvarna messi in cassa integrazione straordinaria da fine maggio. A Cassinetta di Biandronno un altro pezzo di produzione del nostro territorio viene cancellato con un colpo di spugna. E questo dopo che l’azienda che produce moto era passata, nel marzo scorso, dalla Bmw alla Ktm. Un passaggio che non impedisce agli acquirenti di abbassare la saracinesca definitivamente.
I lavoratori oggi in assemblea davanti ai cancelli insieme ai sindacati hanno ribadito l’allarme per questa deriva. L’operazione di passaggio di proprietà non è stata la premessa di un rilancio, ma solo il primo passaggio verso la chiusura dello stabilimento (resteranno poche decine di addetti in un punto vendita). Non è chiaro però il motivo di questo passaggio. Certamente il marchio resta prestigioso, ma in azienda non si è puntato su ricerca e innovazione. E dunque ora resta solo la prospettiva del declino.
Ennesimo episodio, dunque, di un patrimonio industriale che si va perdendo lungo gli anni, tra crisi e cassa integrazione. Con un sindacato che lancia l’allarme e i lavoratori che non riescono a intravvedere prospettive positive.

22 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi